Daniel Bryan torna a parlare di WWE: "Ecco perché mi piace il loro processo creativo"



by ROBERTO TRENTA

Daniel Bryan torna a parlare di WWE: "Ecco perché mi piace il loro processo creativo"

Uno dei nomi più clamorosi che ha iniziato a calcare i ring della famiglia Khan in quest'ultimo anno e che ha regalato ai fan della AEW, nonchè a quelli della WWE un'emozione clamorosa, apparendo dopo anni in un ring che non fosse quello dei McMahon, è stato Daniel Bryan, il quale è adesso tornato ovviamente a farsi chiamare Bryan Danielson, per la questione dei diritti del ring-name della compagnia.

Dopo anni passati a vincere e convincere i fan sui ring della compagnia di Stamford, Bryan ha così deciso di attendere la fine del suo contratto, per andare a prendere parte del roster della famiglia Khan, con altri numerosi ex WWE che hanno deciso di fare lo stesso, come CM Punk, Adam Cole, Bobby Fish, Kyle O'Reilly e molti altri.
Dopo aver ricoperto diversi ruoli, come il General Manager o l'addetto al creative team della compagnia, Bryan ha preferito cambiare aria, mantenendo comunque un ottimo rapporto con la compagnia di Stamford, della quale ha quasi sempre parlato bene, anche dagli ambienti della All Elite Wrestling.

Daniel Bryan fa i complimenti al processo creativo della WWE

Nella sua ultima intervista ai microfoni di The Masked Man Show, l'ex WWE Champion ha infatti voluto parlare molto bene anche degli addetti al creative team e quindi ai writer della compagnia dei McMahon, dicendo:

"In un modo strano, mi faceva piacere il concetto di limitazioni.

Ad alcune persone piace l'idea di, per esempio, noi non abbiamo writer per dire in AEW. A me invece è piaciuto lavorare con i writer. Non solo per essere parte integrante del processo creativo della WWE, ma anche quando avevo un promo, io ed il writer lavoravamo insieme.

Era una partrnership ed una collaborazione. Mi è sempre piaciuto collaborare di più, quindi sì, questo è il mio punto di vista. Pensavo inizialmente nel wrestling, perché ero veramente molto timido, che avrei seguito solo me stesso e avrei messo in scena qualsiasi idea mi sarebbe balzata in testa.

Ma adesso che sono più grande, una delle cose che ho scoperto essere più divertenti in merito al wrestling è l'aspetto collaborativo, chiunque sia il tuo avversario contro cui andrai a lottare o magari semplicemente, ok, devo fare questa intervista o questo segmento.

Quando ero il planet champion, il mio writer era Robert ed io e lui abbiamo lavorato veramente bene insieme. Lui mi presentava il lavoro con un 'Hey, questo è quello di cui tratta il promo' Poi io continuavo con 'E se facciamo così?'

Ci facevamo venire idee l'uno con l'altro in maniera eccellente. Ho scoperto che quando lavori in collaborazione con qualcun altro, in maniera veramente affiatata, ti diverti un sacco" .

Daniel Bryan