Mickie James: "Non ero affatto preoccupata dopo il mio addio alla WWE"



by   |  LETTURE 1448

Mickie James: "Non ero affatto preoccupata dopo il mio addio alla WWE"

Durante la sua carriera in WWE, Mickie James ha detenuto cinque volte il WWE Women’s Championship e una volta il WWE Divas Championship. Il 15 aprile 2021, la federazione di Stamford ha annunciato il suo licenziamento insieme a quello di altre superstar per via dei tagli al budget.

Gli effetti della pandemia globale hanno obbligato la compagnia ad adottare una serie di misure drastiche per rimanere in vita. Il 17 luglio 2021, Mickie è apparsa a sorpresa a Slammiversary, pay-per-view di IMPACT Wrestling, invitando la campionessa Deonna Purrazzo a presentarsi a EmPowerrr.

Successivamente, James ha sconfitto Purrazzo nell’edizione 2021 di ‘Bound for Glory’. Il 7 gennaio 2022, la WWE ha comunicato che Mickie James prenderà parte al Royal Rumble match femminile insieme ad altre leggende come Lita e Michelle McCool.

Durante un’intervista a ‘Notsam Wrestling’, la 42enne di Richmond ha raccontato di non essersi preoccupata troppo dopo il suo addio alla WWE.

La parabola di Mickie James

“Quando la WWE mi ha comunicato che sarei stata rilasciata, non mi sono fatta prendere dal panico.

Sapevo che sarei riuscita a trovare un altro posto nel wrestling, non avevo dubbi al riguardo” – ha confessato Mickie. “Amo questo business e ho dedicato al wrestling buona parte della mia vita. Non ho raggiunto questo livello per caso.

Ero convinta che ci fosse vita anche al di fuori della WWE, soprattutto in un periodo storico del genere. Esistono tantissimi modi per dimostrare il tuo valore al giorno d’oggi” – ha spiegato. L’ex manager della WWE Dutch Mantell ha commentato l’aggiunta di James alla Royal Rumble: “Penso che la WWE avesse un disperato bisogno di aggiungere nomi illustri all’edizione di quest’anno.

Mickie James è sotto contratto con IMPACT Wrestling adesso, quindi non ha nessun obbligo verso la WWE. È una superstar che attira l’attenzione del pubblico. Al tempo stesso, è paradossale che la compagnia di Stamford abbia riportato indietro una star che era stata rilasciata meno di un anno fa. Non è sempre facile comprendere le scelte di Vince McMahon, bisogna essere onesti”.