Scotty 2 Hotty ha chiesto specificatamente di lavorare con due superstar in WWE



by   |  LETTURE 2430

Scotty 2 Hotty ha chiesto specificatamente di lavorare con due superstar in WWE

L'ex allenatore del WWE Performance Center Scotty 2 Hotty è stato ospite di Talk Is Jericho di recente, dove ha riflettuto sul processo di coaching, rivelando l'impatto che ha avuto su Lacey Evans ad esempio.

"Vederli crescere dal basso e all’improvviso poi, sono a Wrestlemania. Come qualcuno tipo Lacey Evans. Le ho insegnato come tirare un pugno, e ho finito per dare un nome al pugno, sai, il Woman’s Right.

Poi vedi che viene utilizzato. Sono in palestra a fare cardio il lunedì sera o quello che è, e la vedo in TV in palestra. C'è una bella ricompensa per tutto questo. L'ho fatto, mi sono innamorato del lavoro.”

Ma chi ha voluto allenare?

Scotty ha poi rivelato di aver richiesto lui stesso di lavorare con due superstar di NXT, facendo il nome di due ragazze che ha spesso citato nelle sue interviste, come quando ha detto che le due sono state le sue allieve preferite, e stiamo parlando di Rhea Ripley e Raquel Gonzalez.

"Ho chiesto specificamente di quelle due", ha rivelato. "Avevano solo bisogno della fiducia, sai com'è, la fiducia cambia tutto. Non avevo mai avuto donne nella mia classe fino a quel momento, e mai più dopo, il che è un po' strano. Le ho fatte lavorare con i ragazzi, le ho fatte lavorare con Ricochet, le avevo lì dentro con Marcel, Fabian, Lio Rush era nella mia classe in quel momento.

Avevano solo bisogno di imparare a mettere tutte le carte in tavola e non trattenersi, cosa che avrebbero fatto con alcune di quelle ragazze più piccole. Tutti i ragazzi di cui ho parlato possono andare. Avevano solo bisogno di qualcuno che li guidasse e aumentasse la loro fiducia, e questo è quello che è successo.”

In più nella conversazione è stato aggiunto che una grande lamentela che i fan hanno portato nel corso degli anni è come i wrestler vengono utilizzati dopo essere stati chiamati nel main roster. Scotty 2 Hotty ha ammesso che è frustrante, e non è sicuro del perché sia così.