Bill Apter: "Ecco quale sarà il futuro di Bron Breakker"



by   |  LETTURE 1619

Bill Apter: "Ecco quale sarà il futuro di Bron Breakker"

Bron Breakker viene riconosciuto dagli esperti come la prossima grande attrazione della WWE. A New Year’s Evil, ha sconfitto Tommaso Ciampa diventando il campione di NXT. Il 24enne di Woodstock ha frequentato la Georgia’s Kennesaw State University a cavallo fra il 2015 e il 2019, laureandosi in criminologia.

Nell’aprile 2020, ha firmato un contratto con i Baltimore Ravens della NFL, ma dopo aver partecipato alla pre-season è stato svincolato. Una battuta d’arresto che lo ha fatto riflettere, prima di intraprendere con successo la carriera nel wrestling.

Ricordiamo che Breakker è un performer di seconda generazione, in quanto figlio di Rick Steiner e nipote di Scott Steiner. Nel corso dell’ultima edizione del podcast ‘It’s My Wrestling’, Bill Apter ha espresso il suo giudizio sul potenziale di Bron Breakker.

Bill Apter su Bron Breakker

“Stiamo parlando del figlio di Rick Steiner e del nipote di Scott Steiner, il che ha un certo peso in questo business” – ha esordito Apter. “Penso che abbia tutte le carte in regola per diventare un fuoriclasse.

Sono abbastanza convinto che la WWE investirà notevolmente sul suo personaggio negli anni a venire. Il suo destino potrebbe essere simile a quello di Austin Theory, anche se non mi piace tutta questa storia con Vince McMahon.

Non ho ben capito dove vogliano arrivare. Sono curioso di vedere quale sarà il suo ruolo alla Royal Rumble” – ha aggiunto. La nuova stella di NXT ha già puntato gli occhi su Brock Lesnar: “L’ho incontrato una sola volta, credo fosse il 2017 o giù di lì.

Ero in visita nel backstage di Raw quando frequentavo ancora il college. L’ho incontrato in quell’occasione, ma non ci siamo più visti negli anni successivi. Vorrei assolutamente lavorare con Brock, è una bestia.

Penso che riuscirebbe ad elevarmi esattamente come ha fatto Roderick Strong. Quali sono i miei idoli? Beh, sicuramente Triple H è il primo nome che mi viene in mente. Ho sempre adorato il suo stile sul ring. Non aveva bisogno di eseguire voli mozzafiato per rendersi incisivo, essendo dotato di un carisma fuori dal comune”.