John Cena descrive l'evoluzione del suo personaggio



by   |  LETTURE 1413

John Cena descrive l'evoluzione del suo personaggio

John Cena ha sempre avuto un rapporto di amore-odio con il WWE Universe. Il 16 volte campione del mondo ha avuto una delle carriere di maggior successo nella storia del wrestling. Nel 2001, Cena ha firmato il suo primo contratto con la WWF, prima di essere spedito nella Ohio Valley Wrestling (che allora rappresentava il territorio di sviluppo della compagnia).

Durante quel periodo, il leader della ‘Cenation’ ha lottato sotto il nome di ‘The Prototype’ e ha detenuto l’OVW Heavyweight Championship. Nel solo 2001, l’ex WWE Champion ha effettuato ben quattro provini per entrare nel roster principale.

Il fenomeno di Boston ha debuttato nel main roster l’anno successivo, dando vita ad una faida con Kurt Angle a SmackDown. John si è progressivamente allontanato dal ring negli ultimi anni, complice l’avanzare dell’età e la volontà di dedicarsi al cinema.

Anche dopo aver sfondato a Hollywood, Cena è tornato in WWE di tanto in tanto. La sua ultima apparizione sul ring risale a SummerSlam 2021, dove è stato sconfitto da Roman Reigns al termine di una battaglia senza esclusione di colpi.

Ospite nell’ultima edizione del ‘Pat McAfee Show’, Cena ha analizzato nel dettaglio l’evoluzione del suo personaggio.

La parabola di John Cena

“All’inizio della mia carriera, interpretavo un wrestler generico che non aveva molto da dire.

Poi mi sono trasformato nel ‘Doctor of Thuganomics’, che si adattava perfettamente a quel periodo storico. Infine sono diventato il babyface che tutti conoscono, un personaggio leale e corretto che basa le proprie azioni sulla virtù” – ha raccontato Cena.

John ha poi commentato i recenti rilasci effettuati dalla WWE: “Capisco che tutti questi licenziamenti abbiano generato sgomento. Quando il roster è pieno di talenti, l’azienda rilascia alcuni ragazzi per permettergli di costruirsi un nome altrove.

In fin dei conti si tratta pur sempre di un business. Quando è iniziata la mia carriera in WWE, Stone Cold Steve Austin se n’era appena andato. In quel momento ho capito che – se il tuo nome non è Vince McMahon – non puoi pretendere di avere il posto assicurato”.