Leggendario atleta ECW: "The Undertaker ha fatto licenziare un sacco di persone"



by   |  LETTURE 7784

Leggendario atleta ECW: "The Undertaker ha fatto licenziare un sacco di persone"

Uno dei personaggi più importanti e più conosciuti dell'intero panorama del pro-wrestling mondiale, risponde al nome di The Undertaker, mostro sacro della disciplina che per 30 anni esatti ha lavorato sui ring della compagnia dei McMahon, fino al suo completo ritiro arrivato nell'edizione del 2020 delle Survivor Series, stesso ppv nella quale aveva debuttato 3 decadi prima.

Dopo aver lasciato il mondo del wrestling lottato, diversi grandi protagonisti della WWE e non solo, hanno tessuto le lodi del personaggio portato in scena per anni da Mark Calaway, tra atleti, colleghi, amici e fan che lo hanno sempre amato ed idolatrato, ma con tanti ex componenti della crew WWE che ultimamente hanno anche un po' accusato il Deadman, il quale è sempre stato rispettoso di tutti, ma che in passato ha avuto diverse divergenze con molti nel locker room della federazione, in quanto era un personaggio molto forte anche nel backstage.

Sabu attacca The Undertaker ed il suo stile troppo "soft"

Nella sua ultima intervista rilasciata ai microfoni di PTM's Vinny Vegas, l'arcinoto wrestler della vecchia ECW, Sabu, conosciuto anche per i suoi trascorsi sui ring della WWE dei McMahon, ha voluto sparare a zero su The Undertaker e i tanti atleti storici della WWE, considerati troppo "soft" dal leggendario atleta estremo.

Riferendosi proprio al Deadman, Sabu ha detto:

"Credo che vada bene essere un po' rudi e un po' stiff e la cosa dovrebbe richiedere del rispetto. Non ho mai amato i wrestler che erano troppo leggeri. The Undertaker, lui era decisamente troppo soft, nemmeno lo sentivi.

Se tu eri troppo stiff con lui, lui faceva la vittima e ti faceva licenziare. Ma se tu sei stiff con me, io non ti faccio licenziare, ti dico di andarci più piano o ti rispondo per le rime. I top guys in WWE, se sei troppo stiff faranno di tutto per farti licenziare" .

Secondo il leggendario atleta ECW, quindi, in WWE vigerebbe la regola non scritta che non bisogna mai essere stiff, pena il licenziamento per espressa richiesta degli atleti al top della federazione.