Vince Russo: "Hulk Hogan non si sarebbe mai umiliato in quel modo"



by   |  LETTURE 2321

Vince Russo: "Hulk Hogan non si sarebbe mai umiliato in quel modo"

Nikki A.S.H. ha rimediato una nuova sconfitta nel corso dell’episodio di Raw andato in onda questa settimana. Queen Zelina è riuscita infatti a prevalere al termine di un match dominato in lungo e in largo. La carriera dell’ex star di NXT sembrava in procinto di decollare grazie all’espediente da supereroe, che la WWE ha deciso di adottare a partire dall’inizio di quest’anno.

La progressione di Nikki ha avuto una durata molto breve, così come il suo regno da campionessa di Raw. Dopo aver lasciato il titolo nelle mani di Charlotte Flair, è stata retrocessa a sorpresa nella divisione tag team.

Nikki ha assaporato ancora una volta la gloria aggiudicandosi i titoli di coppia insieme all’amica Rhea Ripley. Il loro regno è durato 63 giorni, prima che Carmella e Zelina le scalzassero dal trono. Durante l’ultima edizione di ‘Legion of RAW’ su Sportskeeda, l’ex writer della WWE e della WCW Vince Russo ha criticato duramente il modo in cui la federazione sta gestendo la superstar scozzese.

Le pesanti critiche di Vince Russo

“Sembra che la WWE si stia impegnando al massimo per togliere ogni credibilità al personaggio di Nikki A.S.H. Il suo glorioso passato sta finendo velocemente nel dimenticatoio e la gente stenta ormai a riconoscerla” – ha evidenziato Russo.

“Con il passare delle settimane, Nikki perde ulteriore valore nel roster. Se la situazione prosegue in questa maniera, non ci sarà più nulla da fare per lei. La dirigenza vuole spingerla verso il fallimento, non ci sono più dubbi a questo punto” – ha rincarato la dose.

Nel corso della trasmissione, Russo si è scagliato contro la scelta della WWE di far ‘strisciare’ fuori dal ring il WWE Champion Big E. “Non è raro che il babyface subisca pesanti attacchi, anche Rocky sembra spesso ad un passo dal ko nei vari film.

Tuttavia, non puoi far uscire il campione strisciando come nel caso di Big E. Uno come Hulk Hogan non si sarebbe mai prestato ad un’umiliazione del genere. L’avversario di Big E era Kevin Owens, non certo un fuoriclasse assoluto”.