Mark Henry: "Sami Zayn può dire la sua nella corsa al titolo Universale"



by   |  LETTURE 1064

Mark Henry: "Sami Zayn può dire la sua nella corsa al titolo Universale"

Sami Zayn è stato uno dei grandi protagonisti dell’ultimo episodio di SmackDown. Dopo essersi aggiudicato la ‘Battle Royal', che gli ha permesso di diventare il primo sfidante al titolo Universale di Roman Reigns, Zayn ha dovuto fare i conti con il ritorno di Brock Lesnar nello show blu.

‘The Beast Incarnate’ lo ha sostanzialmente costretto ad affrontare il ‘Tribal Chief’ quella sera stessa, invece di aspettare il primo pay-per-view del nuovo anno (com’era originariamente previsto).

Poco prima che iniziasse il main event, Lesnar si è presentato sul ring e ha demolito il povero Sami infliggendogli anche un paio di F-5. A quel punto, è stato un gioco da ragazzi per Roman aggiudicarsi la vittoria.

Nel frattempo, la WWE ha annunciato che Brock Lesnar e Roman Reigns si affronteranno a ‘Day 1’, il PPV che andrà in scena il 1° gennaio 2022. I due si erano già scontrati a Crown Jewel in Arabia Saudita, con Reigns uscito vittorioso grazie al fondamentale aiuto di Jey e Jimmy Uso.

Intervenuto nell’ultima edizione di ‘Busted Open Radio’, Mark Henry ha elogiato la caparbietà di Sami Zayn.

Mark Henry elogia Sami Zayn

“Vi assicuro che Sami Zayn ha tutte le carte in regola per diventare il miglior heel o il miglior face in circolazione.

Sta alla dirigenza WWE fornirgli il materiale giusto per consentirgli di esprimere a pieno il suo talento” – ha detto Henry. “Stiamo parlando di un lavoratore incredibile, che ha la capacità di farsi voler bene da tutti nel backstage.

Sono certo che prima o poi arriverà il suo momento” – ha continuato. Mark ha commentato anche i numerosi rilasci effettuati dalla WWE: “Analizzando ciò che è successo negli ultimi mesi, si evince in maniera inequivocabile che nessuno è al sicuro.

I licenziamenti sono diventati talmente tanti che mi è persino scappata una risata. Gli atleti devono iniziare a guardarsi intorno, così da avere un’alternativa nel caso in cui dovessero lasciare la WWE. Potrebbero cercare fortuna in Giappone, senza dimenticare altre destinazioni come IMPACT, AEW, ROH o MLW”.