WWE: R-Truth rivela un grande gesto fatto da Roman Reigns nei suoi confronti



by   |  LETTURE 1345

WWE: R-Truth rivela un grande gesto fatto da Roman Reigns nei suoi confronti

Nell'ultimo anno e mezzo, la Superstar su cui la WWE ha puntato più di ogni altra è indubbiamente Roman Reigns, attuale campione Universale di Friday Night Smackdown, che dal suo rientro a Summerslam dello scorso anno, ha cambiato bandiera, passando al lato degli heel della compagnia, dopo anni da babyface.

A quanto pare, il suo turn heel, con tanto di gemellaggio con Paul Heyman, sarebbe stato una mano santa per il suo personaggio, che era tornato a farsi fischiare dopo un breve periodo sulla cresta dell'onda, dopo essere tornato sui ring alla fine di un lungo stop per combattere una forma di leucemia cronica che lo affligeva già anni fa.
Se i fan del WWE Universe conoscono solo il suo lato on-screen, ovvero quello di campione senza scrupoli che schianta ogni avversario senza avere la minima remora, i suoi familiari ed i colleghi conoscono anche un lato che al momento non può ovviamente essere portato in scena, per non rovinarne il character e quindi il personaggio heel che interpreta.

A rompere la kayfabe, però, ci ha pensato il collega R-Truth, che in una delle sue ultime interviste ha voluto raccontare un aneddoto che fa capire quanto grande sia il bene che Reigns vuole ai suoi colleghi e ai suoi amici, anche sul lavoro.

Roman Reigns ed il bus messo a disposizione per i colleghi

Se alcuni wrestler della WWE sono molto solitari e abbastanza egoisti, (se così si può dire), tipo Brock Lesnar che viaggia da solo, con bus e jet privati, altri wrestler come Roman Reigns si sono sempre fatti in quattro per i colleghi, con R-Truth che ne ha raccontata una delle sue ai microfoni di HOT 97.
Nel suo intervento, Truth ha infatti rivelato:

"Lui è così umile.

Ci sono stati tempi in cui ha aiutato me e molti altri, in tutti i modi, a 360 gradi. Io ho sempre ripagato la sua gentilezza se potevo e sempre lo farò. La sua famiglia ed i Samoani in generale sono tutti così, lui ha aiutato un sacco di persone.

Io e lui viaggiavamo on the road insieme, sin dai tempi dello Shield, eravamo sempre insieme non so per quale motivo e mano a mano che andavamo avanti, lui diventava sempre più importante e risaliva la china, ma continuava a stare con noi e un giorno mi disse anche 'hey amico, riuscirò a farci avere un bus per viaggiare' e così è stato e da quel giorno sono incluso anche io nel bus" .