Dutch Mantell critica il segmento fra Brock Lesnar e Sami Zayn



by   |  LETTURE 1676

Dutch Mantell critica il segmento fra Brock Lesnar e Sami Zayn

Questa settimana, Brock Lesnar ha fatto il suo clamoroso ritorno nella puntata di SmackDown tenutasi all’AT&T Center di San Antonio, in Texas. Durante il suo promo di apertura, la Bestia ha ammesso di volersi prendere una rivincita su Roman Reigns, che lo aveva sconfitto a Crown Jewel grazie all’interferenza di Jey e Jimmy Uso.

Tuttavia, Sami Zayn lo ha interrotto per ricordargli che avrebbe dovuto aspettare il suo turno prima di potersi confrontare con il ‘Tribal Chief’. Lesnar ha dunque obbligato Zayn ad affrontare Roman immediatamente, garantendogli protezione durante l’incontro.

Brock si è recato da Sonya Deville nel backstage per assicurarsi che il match venisse ufficializzato in tempo. Poco prima che iniziasse il main event, l’ex campione Universale si è presentato sul ring e ha letteralmente demolito il ‘Master Strategist’.

A quel punto, è stato un gioco da ragazzi per Roman aggiudicarsi la vittoria. Come se ciò non bastasse, è stato reso noto che Brock Lesnar sfiderà Roman Reigns nel pay-per-view ‘Day 1’ in scena il 1° gennaio 2022.

Dutch Mantell è perplesso

Durante l’ultima edizione di ‘Smack Talk’ su Sportskeeda, l’ex manager della WWE Dutch Mantell ha commentato il segmento fra Brock Lesnar e Sami Zayn. “Ad essere sincero, non ho nemmeno capito la storia.

Brock Lesnar ha costretto Sami Zayn ad affrontare Roman Reigns immediatamente, ma poi le cose sono andate diversamente. Per qualche strana ragione, Brock si è presentato sul ring e ha distrutto Zayn poco prima dell’inizio del main event.

Io credo che dalla WWE sia lecito aspettarsi delle storie più articolate e sensate di questa” – ha analizzato Mantell. Dutch si è soffermato anche su Roman Reigns: “Mi vengono in mente soltanto due atleti che possano competere con lui ad armi pari.

Il primo è Jeff Hardy, che sta vivendo forse il momento migliore di tutta la sua carriera. Dopo aver affrontato numerosi problemi negli ultimi anni, sembra aver finalmente trovato la strada giusta. Si vede che è più maturo sia dentro che fuori dal ring. Il secondo è Drew McIntyre, che è tornato prepotentemente in auge”.