Ariya Daivari parla di come sia stato ingaggiato dalla WWE



by   |  LETTURE 956

Ariya Daivari parla di come sia stato ingaggiato dalla WWE

L’ex Superstar WWE, Ariya Daivari, ha parlato della sua avventura nella federazione e della sua formazione a 205 Live, tutto ciò ospite del podcast di questa settimana “House of Hardcore”, di Tommy Dreamer.

Daivari: "Dopo oltre un anno e mezzo mi chiamò la WWE"

Sul suo arrivo in WWE: “Avevo fatto una prova ma avevano detto di no. C'è stato un anno intero nel mezzo e nel 2015 ho pensato ad un modo per poter cambiare le cose.

Allora ho fatto alcuni match in Ring of Honor e a gennaio 2016, ho ricevuto un'e-mail che diceva: ‘Abbiamo un nuovo progetto’. A quel tempo, si chiamava Global Cruiserweight Series o qualcosa del genere. Mi hanno detto ‘Sei uno dei ragazzi che vogliamo usare per questo progetto’.

Pensavo che magari avessero aspettato solo la cosa giusta per me, e il Cruiserweight Classic probabilmente lo era. Ho ricevuto l'e-mail a gennaio e sei mesi dopo, in estate ho iniziato. E' stato divertente ed incredibile.

A loro gli chiesi: 'Questo porta a un lavoro a tempo pieno?' Loro hanno risposto 'Pensavamo che avessi fatto un ottimo lavoro. Probabilmente farai parte del Cruiserweight Classic l'anno prossimo.' Poco dopo, mi hanno contattato e mi hanno detto: ‘Vogliamo che entri ad NXT'

E poi: ‘Vogliamo che tu combatta pure con TJP a Monday Night RAW’. Ero davvero emozionato e contento di questa cosa”. Sulla sua formazione a 205 Live: “Ho firmato e pensavo di andare ad NXT. Tra il momento della firma a ottobre e gennaio, hanno creato 205 Live.

Ed hanno così annunciato che io come altri sarei stato lì. Non appena ci siamo trasferiti in Florida, io, Drew (Gulak) e Tony (Neese), abbiamo iniziato subito ad andare in tournée. Facevamo lezioni promozionali per un po' al PC il mercoledì e anche degli spettacoli giovedì, venerdì e sabato.

In pratica lavoravamo senza sosta. Alla fine, l'hanno capito e hanno detto: ‘Se siete in viaggio praticamente a lottare come fanno i ragazzi di RAW e SmackDown, non farete più cose per NXT’. Ci hanno separato alla fine e hanno fatto di 205 Live uno show vero e proprio del roster principale dove ogni settimana iniziammo ad esibirci con continuità”.