The Undertaker ricorda l'ultimo match della sua carriera



by   |  LETTURE 985

The Undertaker ricorda l'ultimo match della sua carriera

The Undertaker si è ufficialmente ritirato dalla WWE alle Survivor Series 2020, a 30 anni esatti di distanza dal suo esordio nella federazione di Stamford. Il Becchino ha ricevuto un emozionante tributo da parte di amici e colleghi, che hanno voluto ringraziare una delle più grandi icone nella storia del wrestling professionistico.

All’interno della docu-serie ‘The Last Ride’, il Deadman aveva ammesso di non riuscire più a sostenere gli sforzi richiesti da questo business e di non voler rovinare la sua legacy. A meno di clamorosi e improbabili colpi di scena, il suo ultimo incontro resterà dunque lo spettacolare ‘Boneyard match’ contro AJ Styles a WrestleMania 36.

Taker ha interpretato il personaggio del ‘Deadman’ per circa 27 anni, mentre nei primi frangenti della sua carriera è passato da ‘American Badass’ a ‘Big Evil’. Durante la sua ultima battaglia contro Styles nel 2020, il ‘Phenom’ ha creato una sorta di mix fra le sue leggendarie gimmick.

The Undertaker si gode la pensione

“La gimmick del Deadman è stata quella che mi ha caratterizzato maggiormente durante i miei 30 anni di carriera, ho avuto un successo enorme grazie ad essa” – ha raccontato Undertaker ai microfoni di ‘WWE The Bump’.

“Al tempo stesso, per il mio ultimo incontro sentivo il bisogno di fondere i miei personaggi più iconici, ecco perché è entrato in gioco American Badass. Credo che l’idea sia piaciuta molto ai fan” – ha aggiunto.

Pur essendo ancora amatissimo dal grande pubblico, il Becchino non ha alcuna intenzione di tornare sul ring. “Nella mia testa vorrei prepararmi per WrestleMania 38, che andrà in scena nella splendida cornice dell’AT&T Stadium.

Tuttavia, è divenuto ormai chiaro che non sono più in grado di esibirmi ai massimi livelli. Voglio dire, potrei uscire là fuori e disputare un match dignitoso, ma non potrei dare alle persone ciò che si aspetterebbero da una superstar come me.

Quando sale sul ring uno come The Undertaker, la gente paga per vedere uno spettacolo elettrizzante, che io non posso offrire in questo momento. La passione è ancora intatta, ma il mio tempo è finito”.