Vince Russo: "Mio padre di 90 anni è messo meglio di Vince McMahon"



by   |  LETTURE 1270

Vince Russo: "Mio padre di 90 anni è messo meglio di Vince McMahon"

Survivor Series era l’ultimo grande evento della WWE nel 2021. Gli effetti della pandemia globale si sono fatti sentire anche quest’anno, tanto da aver costretto la dirigenza a rilasciare un gran numero di superstar e addetti ai lavori negli ultimi mesi.

Nonostante le molteplici indiscrezioni circolate sul web, la federazione di Stamford ha voluto eliminare il pay-per-view in onda a dicembre (che negli ultimi anni era stato TLC), preferendo concludere l’anno solare dei PPV proprio a Survivor Series.

Durante l'evento andato in scena domenica, è riapparso dopo mesi off-screen il boss della WWE Vince McMahon, che si è reso protagonista di un segmento insieme al campione Universale Roman Reigns. A quanto pare, il Chairman della WWE starebbe preparando qualcosa di grosso con il ‘Tribal Chief’ e suo cugino The Rock, che ha appena festeggiato il 25° anniversario del suo esordio in WWE.

Nel corso dell’ultima edizione di ‘Legion of RAW’ su Sportskeeda, l’ex writer della WWE e della WCW Vince Russo ha lanciato l’ennesima stilettata a Vince McMahon.

Vince Russo demolisce Vince McMahon

“Cerco di essere sempre molto onesto, anche a costo di farmi più nemici di quanti già non ne abbia.

Mio padre ha 90 anni e gioca ancora a softball tre giorni alla settimana. Vi posso assicurare che è messo meglio di Vince McMahon. Io non capisco perché Vince si ostini a non comprendere che il suo tempo è finito.

Capisco il suo ego, capisco il suo orgoglio, capisco la sua vanità, ma c’è un limite a tutto. Lui non è più in grado né di apparire in televisione né di gestire gli show da dietro le quinte” – ha analizzato Russo.

“Ho avuto alcune conversazioni con Vince nei mesi scorsi e ho avuto una sensazione particolare. È come se lui non si rendesse conto del tempo che passa, crede di avere ancora 50 anni. Non è più la stessa persona che era all’epoca della ‘Attitude Era’.

Siamo nel 2021, deve farsene una ragione. In caso contrario, manderà la WWE sempre più a fondo” – ha rincarato la dose.