Tony Khan: “Chi firma con la WWE non firma un vero contratto”



by   |  LETTURE 1960

Tony Khan: “Chi firma con la WWE non firma un vero contratto”

Dopo gli ultimi licenziamenti da parte della compagnia dei McMahon, il presidente della All Elite Wrestling, Tony Khan, ha voluto dire la sua, non andandoci per nulla leggero con la concorrenza. 

L’opinione di Khan

Intervistato da Busted Open Radio ha sentenziato: "Chiunque firma un contratto (in WWE) in questi giorni, non sta firmando un vero e proprio contratto. È un accordo temporaneo. Le persone che vengono a lottare con me, molte di queste persone sono francamente ergastolani e lo sanno. 

Ci sono alcune persone che sono qui, che lavorano davvero duro e ci sono alcune persone che vengono e lavorano più che duramente e mi sento come se fosse la loro vita reale e sarà con me per il resto della mia vita. Non so se chiunque lavori per la mia concorrenza può dirlo. Penso che ci siano persone che lavorano lì e non sono sicuri che ci saranno la prossima settimana. C'è molta più sicurezza con un contratto qui. 

Non posso dire che estenderò ogni contratto o riporterò indietro ogni persona, ma non ho nemmeno fatto licenziamenti di massa. Non sono la compagnia più redditizia di tutti i tempi, non mi vanto di essere la compagnia più redditizia di tutti i tempi. Mi vanto di portare un sacco di entrate per una start up e di essere una storia di vero successo. Quello di cui mi vanto è che non abbiamo fatto licenziamenti di massa e non abbiamo licenziato 15 persone la settimana scorsa o 18 persone la settimana prima. Non è qualcosa di cui andare fieri quando un'azienda lascia andare tutta quella gente e tu pubblichi spesso comunicati stampa del genere, non credo sia una buona cosa. 

Non voglio mai fare luce su questo genere di cose. Quando si parla di una guerra di offerte, ogni persona è il proprio caso individuale e ci possono essere più persone che vengono per i suoi servizi, ma abbiamo visto la maggior parte dei talenti andare in una direzione e, penso che sia per una varietà di ragioni, ma sono stato molto selettivo nelle persone che ho firmato e ogni volta che c'è un licenziamento di massa dall'altra parte è terribile e non posso dire che sarei in grado di prendere ognuna di queste persone.”

Poi ha concluso dicendo: "Sono molto orgoglioso di tutte le persone che lavorano qui e so che non tutti lavoreranno qui per sempre, ma se qualcuno non lavorerà qui, sappiate che mi sentirò davvero in colpa. Questo è uno dei motivi per cui non abbiamo ancora lasciato andare molte persone e ho mangiato alcuni di questi costi, soprattutto attraverso la pandemia quando non c'era davvero nessun altro posto dove trovare lavoro nel wrestling."