Bobby Lashley: "Non esiste nessuna competizione fra la WWE e la AEW"



by   |  LETTURE 1892

Bobby Lashley: "Non esiste nessuna competizione fra la WWE e la AEW"

Durante la sua lunga carriera in WWE, Bobby Lashley ha detenuto una volta il WWE Championship, due volte l’ECW World Championship, due volte il titolo Intercontinentale e due volte lo United States Championship. Il 21 ottobre scorso, a Crown Jewel, i membri dell’Hurt Business hanno perso un match non titolato contro gli Usos, mentre Lashley è stato sconfitto piuttosto nettamente da Bill Goldberg in uno degli incontri più spettacolari della serata.

L’ex WWE Champion rappresenterà il Team Raw alle Survivor Series nella tradizionale battaglia 5vs5 contro il Team SmackDown. La WWE sta cercando in tutti i modi di mettersi alle spalle un periodo complicato, acuito dalla veemente ascesa della All Elite Wrestling.

L’azienda di Tony Khan ha preso il sopravvento nella fascia demografica che va dai 18 ai 49 anni, oltre ad aver ingaggiato due autentici fenomeni come CM Punk e Bryan Danielson. Nel corso di una recente intervista a DAZN, ‘The All Mighty’ ha dichiarato che è un ottimo momento per essere fan del wrestling.

L'ottimo momento di Bobby Lashley

“Ritengo che sia un buon momento per essere fan del wrestling, dato che il settore sta vivendo un periodo florido nonostante le conseguenze della pandemia. Tutti dicono sempre che la competizione fa bene al business, ma io non credo che la WWE abbia una reale concorrenza.

La rivalità fra la WWE e la AEW è più un’invenzione mediatica che un fatto concreto. Tuttavia, ai fan piace sentire questo genere di cose” – ha dichiarato Lashley. Il 2021 è stato un anno eccezionale per Bobby, capace di aggiudicarsi il WWE Championship per la prima volta nella sua carriera.

“Gli ultimi due mesi sono stati un turbinio di emozioni per me. Io e Goldberg abbiamo dato vita ad un match elettrizzante in Arabia Saudita e prima ancora a SummerSlam. Lo stesso dicasi per la mia storyline con Big E. Chiunque salga sul ring insieme a me, avrà un beneficio per la propria carriera.

Molti dei ragazzi con cui ho lavorato nell’ultimo anno sono esplosi di lì a breve. Mi vengono in mente soprattutto Apollo Crews e Matt Riddle”.