Sasha Banks su un suo match famoso: “Volevo lasciare un’eredità”



by   |  LETTURE 895

Sasha Banks su un suo match famoso: “Volevo lasciare un’eredità”

Quando si parla di match storici per Sasha Banks e la divisione femminile, non solo WWE, ma in tutto il mondo, non si può che pensare e citare il match tra lei e Bayley a NXT TakeOver: Brooklyn, un match che è stato definito la svolta per le donne sul ring.

Sasha in quel periodo era stata promossa nel main roster insieme a Becky Lynch e Charlotte Flair, con Bayley, l’altro membro delle Four Horsewomen, lasciata indietro, cosa che però ha spinto la dirigenza a darle un premio per il suo ottimo lavoro: il titolo femminile di NXT, proprio durante questo evento.

Intervistata ai microfoni del podcast Kurt Angle Show, The Boss ci ha raccontato come ha vissuto in prima persona quel match: "Riesco a ricordare tutta la mia giornata, dal risveglio al momento in cui sono andata a letto. Ricordo assolutamente tutto, e non riesco a ricordare nient'altro. Volevo lasciare un'eredità. Volevo lasciare un timbro del fatto che sono la più grande. Stavo lasciando NXT. Stavo dando a Bayley l’NXT Women’s Championship, e stavo andando nel main roster, finalmente. È stato come un addio.”

La storia è stata fatta

In più ha aggiunto che secondo lei il match con Bayley è uno dei match femminili più grandi di sempre: "Era la prima volta che avevamo un NXT Takeover al di fuori della Full Sail, che contiene solo forse 800 persone. Abbiamo fatto sold out al Barclays Center. Per noi eravamo in competizione con RAW, Smackdown e Summerslam. Volevamo essere il top del weekend. Volevamo l'incontro della serata, e volevo il più grande match femminile di tutti i tempi, e sento che quel match lo fosse davvero."

Inutile dire che le due ci hanno sempre regalato dei match spettacolari insieme e che non c’è nessun dubbio sul fatto che quello di TakeOver: Brooklyn sia uno dei match più belli nella storia del wrestling femminile, che sicuramente ha lasciato il segno, proprio come voleva Sasha e siamo sicuri che entrambe siano davvero orgogliose di ciò che hanno fatto su quel ring.