The Undertaker: "Ecco cosa avrei fatto se non fossi diventato un wrestler"



by   |  LETTURE 3539

The Undertaker: "Ecco cosa avrei fatto se non fossi diventato un wrestler"

The Undertaker è senza dubbio uno dei più grandi wrestler mai apparsi sul ring della WWE. La sua longevità e la sua dedizione hanno contribuito ad accrescere la popolarità dell’azienda in ogni angolo del mondo.

Il Deadman ha chiuso la sua trentennale carriera lo scorso anno alle Survivor Series, dove ha ricevuto un bellissimo omaggio da parte di colleghi e addetti ai lavori. A meno di clamorosi e improbabili colpi di scena, l’ultimo incontro del Becchino resterà dunque lo spettacolare ‘Boneyard Match’ contro AJ Styles a WrestleMania 36.

Il ‘Phenom’ ha subito parecchi interventi chirurgici nel corso degli anni, molti dei quali influiscono ancora oggi sulla sua vita quotidiana. Di recente, Taker ha dichiarato di aver bisogno di una nuova operazione al ginocchio destro.

Ci sono buonissime possibilità che il suo nome venga introdotto nella Hall of Fame l’anno prossimo. La cerimonia si terrà in occasione di WrestleMania 38, che avrà luogo in Texas (lo Stato in cui è nato e cresciuto).

È passato un anno dal ritiro di The Undertaker

In una lunga intervista al ‘Dallas Morning News’, The Undertaker ha rivelato che cosa gli sarebbe piaciuto fare se non fosse diventato un wrestler. “Probabilmente sarei entrato nell’esercito.

Come ho ripetuto più volte, uno dei miei grandi pregi è sempre stato quello di conoscere alla perfezione i miei punti di forza e le mie debolezze. Dubito che avrei avuto una carriera molto lunga nel basket professionistico, mentre nell’esercito avrei avuto più chance di sfondare” – ha confidato il Becchino.

Il Deadman ha chiuso le porte ad un suo eventuale ritorno sul ring a Mania: “C’è una parte di me che vorrebbe ancora essere pronta per WrestleMania. Al tempo stesso, ormai è chiaro che non sono più in grado fisicamente di potermi esibire ad alto livello.

Potrei salire sul ring e disputare un match, ma non riuscirei a dare alle persone ciò che si aspettano da me. Quando vedi The Undertaker, ti aspetti di assistere ad uno show elettrizzante. Non posso più soddisfare le aspettative della gente. La passione è ancora intatta, ma il mio tempo sul ring è finito”.