La WWE ha quasi licenziato un'altra decina di Superstar in settimana

Dopo la notizia dei numerosi grandi rilasci, emerge la possibilità che aveva la WWE di eliminare diversi altri talenti dai suoi roster

by Roberto Trenta
SHARE
La WWE ha quasi licenziato un'altra decina di Superstar in settimana

Negli ultimi giorni ha fatto molto scalpore la notizia che ha visto la WWE andare a licenziare ancora numerose delle sue Superstar, dopo aver licenziato ben 300 dipendenti, tra atleti, road agent, arbitri, impiegati e molti altri addetti ai lavori, dall'inizio della pandemia mondiale ad oggi.

Nell'utima ondata, numerosi grandi nomi del main roster e di NXT si sono visti recapitare il messaggio con cui la federazione comunicava loro il loro licenziamento, come Nia Jax, Karrion Kross, Ember Moon, Franky Monet, Keith Lee e molti molti altri.

Ancra una volta, come un fulmine a ciel sereno la WWE si è nascosta dietro dei presunti tagli di budget per sfoltire i propri roster, inserendo anche diverse Superstar che avevano deciso di non vaccinarsi contro il covid nella lista di licenziati.
A quanto pare, però, secondo quanto emerso onlijne nelle ultimissime ore, la WWE avrebbe potuto addirittura allungare questa lista, arrivando a licenziare un'altra decina di lottatori, che alla fine sono stati letteralmente graziati dalla compagnia.

La WWE stava per licenziare altre dieci Superstar

Secondo quanto riportato nelle ultime ore dal noto Wrestling Observer, tramite le parole del noto Dave Meltzer, almeno altre dieci Superstar WWE hanno rischiato di venire licenziate con questa nuova ondata, con il noto giornalista d'oltreoceano che ha infatti riportato in uno dei suoi ultimi aggiornamenti:

"Di tutte le persone che sono state tagliate, ce ne erano almeno un'altra decina che sono state in forti discussioni per essere rilasciate" .

Gli unici nomi che Meltzer ha voluto fare, sono stati quelli di Tommaso Ciampa, Danny Burch e Timothy Tatcher, che per questa volta sono riusciti a salvarsi, ma probabilmente, nella prossima ondata di licenziamenti potrebbero tranquillamente partire per una nuova destinazione lontana dalla WWE.

Nessun altro nome sarebbe stato fatto per il momento dal noto giornalista dell'Observer o da altri addetti ai lavori vicini alla WWE, ma la sensazione, soprattutto all'interno della compagnia è che ormai tutti siano utili e nessuno indispensabile, in una politica di tagli che potrebbe arrivare a toccare chiunque, da NXT al main roster.

SHARE