Mike Bennett fa chiarezza su alcune situazioni personali in WWE

Il periodo in WWE dell'ex Mike Kanellis non è stato una passeggiata

by Rachele Gagliardi
SHARE
Mike Bennett fa chiarezza su alcune situazioni personali in WWE

Mike Bennett, meglio conosciuto con il nome di Mike Kanellis, dolce metà di Maria Kanellis, è stato ospite nel It’s My Wrestling podcast la scorsa settimana e ovviamente ha parlato della WWE, cosa che fa spesso. Durante l’intervista ha parlato della sua battaglia contro le indipendenze mentre lavorava per i McMahon, menzionando il fatto che Road Dogg, Billy Kidman e Goldust gli hanno dato tantissimo supporto.

"Quando gli devo riconoscere qualcosa, riconosco qualcosa a persone come Road Dogg che vengono da me e mi controllano. Riconosco qualcosa a ragazzi come Billy Kidman che è venuto a controllarmi o Goldust che venuto a parlare con me. ​I ragazzi.

I ragazzi si sono sempre presi cura di me. Ed è allora che dico sì, la WWE mi ha aiutato. Lo hanno fatto. I ragazzi della compagnia mi hanno aiutato e lo dirò sempre, e la gente cercherà di manipolare le mie parole per tutto il tempo. Sono molto grato di non essere stato licenziato perché all'epoca volevo lavorare per la compagnia. E così, il fatto che non mi abbiano licenziato per essere un drogato, ha significato molto per me.”

Supporto morale, non monetario

Sempre durante l’intervista, Mike ha chiarito che la WWE in alcun modo gli ha pagato la riabilitazione, anche perché non ci è mai stato. Ha preferito utilizzare altri metodi per cercare di rimanere lontano dalle sue dipendenze.

In particolar modo ovviamente, la moglie Maria Kanellis è rimasta al suo fianco per tutto i tempo, aiutandolo anche con misure un po’ restrittive ma necessarie per la sua salute, come portargli via le chiavi, il cellulare e il portafoglio.

Per fortuna ora l’uomo è totalmente pulito, in salute e prosegue con la sua vita regolarmente. Lui e Maria erano stati rilasciati ad aprile 2020 dalla WWE dopo l’arrivo della pandemia e ovviamente la cosa avrebbe potuto far ricadere l’uomo nelle sue brutte abitudini, ma per fortuna non è così.

SHARE