La WWE rilascia il ring announcer Greg Hamilton



by   |  LETTURE 1667

La WWE rilascia il ring announcer Greg Hamilton

Questi ultimi due anni, il 2020 ed il 2021, per gli atleti e wrestler della WWE e per i suoi addetti ai lavori sono stati a dir poco devastanti, con numerosi nomi molto importanti dei teleschermi della compagnia che sono stati rilasciati per i motivi più disparati, ma con tutti questi tagli che facevano parte di un progetto di contenimento dei costi, che la WWE ha voluto mantenere dopo lo scoppio della pandemia mondiale.

Con la pandemia da covid-19, infatti, la WWE si è ritrovata in esubero di personale, dagli addetti al montaggio e smontaggio del ring ai wrestler che non sapevano più dove lottare, fino ai road agent e agli impiegati che si occupavano di organizzare i live event della compagnia cancellati da un giorno all'altro.

Tutte queste persone, sono alla fine state rilasciate una alla volta, con il totale di questi licenziamenti che in meno di due anni ha superato le 300 unità.

Anche l'announcer Greg Hamilton viene rilasciato dalla WWE

Nelle ultime ore è emerso che anche il noto ring announcer della compagnia di Stamford, divenuto famoso per la presentazione di Shane McMahon come il "Beeest in the Woooooorld", sia stato rilasciato negli scorsi giorni.

A confermare questa che inizialmente sembrava solo un'indiscrezione, ci ha pensato il noto sito d'oltreoceano PW Insider, il quale ha riportato qualche ora fa:

"La World Wrestling Entertainment ha rilasciato il ring announcer Greg 'Hamilton' Hutson durante la settimana, PWInsider ha confermato" .

Così termina la carriera in WWE anche del 42enne annunciatore, che negli ultimi anni era stato parecchio utilizzato dalla WWE, dopo l'uscita di scena di personaggi ancor più famosi come Lilian Garcia, Tony Chimel o Justin Roberts.
Al momento non si sanno i motivi che hanno portato la WWE a licenziare uno dei suoi ormai ultimi ring announcer, ma forse i problemi legati alla diatriba online tra Hamilton ed il rapper Gunn, che aveva utilizzato una traccia audio di Hamilton senza il suo permesso, costringendo l'announcer WWE a minacciare querela, potrebbe aver indispettito la compagnia, che ha poi deciso di fare a meno del suo ennesimo addetto al microfono.