The Undertaker è rimasto sbalordito dalle capacità di Bad Bunny



by   |  LETTURE 2147

The Undertaker è rimasto sbalordito dalle capacità di Bad Bunny

La lunghissima carriera di The Undertaker è terminata lo scorso anno alle Survivor Series, dove ha ricevuto un bellissimo tributo da amici e colleghi. A meno di clamorosi e improbabili colpi di scena, l’ultimo incontro del ‘Deadman’ resterà lo spettacolare ‘Boneyard match’ contro AJ Styles a WrestleMania 36.

All’interno della docu-serie ‘The Last Ride’, il ‘Phenom’ ha ammesso che il suo fisico non era più in grado di sostenere gli sforzi richiesti dal wrestling moderno e di non voler rovinare il suo iconico personaggio.

Nonostante i ripetuti tentativi di Vince McMahon, il Becchino ha deciso di mettere la parola fine dopo 30 anni di leggendaria carriera. La scorsa settimana, Netflix ha trasmesso un nuovo film intitolato ‘Escape The Undertaker’, che vede come protagonisti i membri del New Day insieme allo stesso Taker.

Big E, Xavier Woods e Kofi Kingston tentano di rubare l’urna del Deadman nella sua dimora infestata.

The Undertaker impressionato da Bad Bunny

Nel corso di una recente intervista a ‘Entertainment Tonight’, The Undertaker ha esaltato le qualità di Bad Bunny.

Il famoso rapper ha avuto un impatto straordinario in WWE, avendo collaborato con Damian Priest a WrestleMania 37 per sconfiggere The Miz e John Morrison. La sua performance è stata ampiamente riconosciuta come una delle migliori nella storia della federazione (fra le celebrità, si intende).

“Bunny ha alzato il tiro, non ci sono dubbi al riguardo. Ha alzato l’asticella molto in alto. Tante personalità illustri hanno fatto apparizioni in WWE nel corso degli anni, ma lui ha spazzato via tutti quanti.

Ovviamente fare il programma completo è tutta un’altra cosa, ma gli va reso omaggio per quello che ha realizzato. È stato assolutamente incredibile, sono rimasto sbalordito dalle sue capacità” – ha confidato il Becchino.

Taker ha ribadito che non tornerà sul ring: “Il wrestling ha occupato la maggior parte della mia vita, mi mancherà tantissimo non esibirmi dal vivo. Il mio cuore e la mia mente erano ancora in grado di proseguire, ma il mio corpo non ce la faceva più.

Il rischio era quello di sminuire l’eredità del mio personaggio e di deludere i tifosi”.