Seth Rollins: "Più volte non ho condiviso i piani della WWE per il mio personaggio"



by   |  LETTURE 1840

Seth Rollins: "Più volte non ho condiviso i piani della WWE per il mio personaggio"

Seth Rollins lotta attualmente nel roster di SmackDown ed è uno degli atleti con maggiore esperienza in WWE. Durante la sua carriera nella federazione di Stamford, il 35enne di Buffalo ha detenuto più volte sia il WWE Championship che l’Universal Championship, oltre ad essere diventato l’undicesimo wrestler ad aver completato il Grand Slam.

È stato inoltre il vincitore dell’edizione 2014 del Money in the Bank, per poi incassare con successo la valigetta a WrestleMania 31, e dell’edizione 2019 del Royal Rumble match. Nel corso dell’ultima edizione di ‘Broken Skull Sessions’, lo show condotto da Stone Cold Steve Austin, l’ex membro dello Shield ha rivelato che originariamente voleva tornare sul ring come babyface dopo che un infortunio al ginocchio lo aveva costretto a rinunciare al titolo WWE nel novembre 2015.

Rollins ha immediatamente preso di mira l’allora campione WWE Roman Reigns quando è rientrato a maggio 2016. Benché molti fan adorassero Seth, i vertici della compagnia volevano che continuasse ad esibirsi da heel.

Seth Rollins ricorda le difficoltà del passato

“In quel periodo, i fan non avevano ancora accettato pienamente Roman Reigns come un face. Non erano ancora pronti, lo si capiva benissimo. Io ero appena tornato dopo aver dovuto rinunciare al titolo per infortunio.

Ero sicuro che mi avrebbero presentato come un babyface, ma la WWE aveva altri piani e io non ero mentalmente pronto a gestire quel colpo di scena. Mi ero troppo abituato all’idea che sarei tornato come un babyface. Avevo iniziato ad immaginarmi come sarebbe stato il mio rientro e desideravo che la gente mi acclamasse” – ha detto Rollins.

In seguito ad una breve faida con Dean Ambrose e Roman Reigns, Seth ha perso contro Finn Balor in un match valevole per il titolo Universale a SummerSlam 2016. Dopo quell’incontro, gli è stato chiesto improvvisamente di diventare un face.

“È stato abbastanza frustrante, devo essere onesto. Cominci a perdere fiducia in te stesso e ti chiedi cosa stai facendo di sbagliato. Cerchi in ogni modo di capire come far funzionare il tuo personaggio, ma a volte devi semplicemente adeguarti” – ha chiosato.