Seth Rollins: "Io e Dean Ambrose eravamo consapevoli del destino di Roman Reigns"

Lo Shield ha rappresentato una delle stable di maggior successo che siano apparse in WWE nell’era moderna

by Simone Brugnoli
SHARE
Seth Rollins: "Io e Dean Ambrose eravamo consapevoli del destino di Roman Reigns"

Lo Shield ha rappresentato una delle stable di maggior successo che siano apparse in WWE nell’era moderna. Seth Rollins, Dean Ambrose e Roman Reigns hanno iniziato a lavorare insieme nel novembre 2012 e la loro partnership è stata frutto di innumerevoli riconoscimenti fino al giugno 2014.

In seguito allo scioglimento della fazione, tutti e tre sono diventati campioni del mondo e hanno scritto pagine memorabili di storia del wrestling. Reigns ha spiccato letteralmente il volo, fino a diventare il simbolo della compagnia di Stamford e il vero erede di John Cena.

I primi segnali della sua imminente esplosione si erano visti già alla Royal Rumble 2014, quando aveva eliminato ben 12 superstar battendo il precedente record di Kane. Nell’ultima edizione di ‘Broken Skull Sessions’, lo show condotto da Stone Cold Steve Austin, Rollins ha raccontato di come non ci siano mai stati dissensi o rancori fra i tre membri dello Shield.

Seth Rollins ricorda l'ascesa dello Shield

“Non c’è mai stato alcun tipo di astio fra di noi, non credete a tutto ciò che viene messo sul web” – ha esordito Rollins. “C’era una sana competizione, che mi sembra piuttosto normale visto il lavoro che facciamo.

Tutti desideriamo il meglio per le nostre carriere. Quello che posso dire è che – verso la metà del nostro stint – io e Dean Ambrose abbiamo iniziato a notare che la WWE aveva grandissimi piani per Roman Reigns.

Era stato progettato per diventare il fulcro dell’azienda. Abbiamo cominciato a ricevere istruzioni specifiche dai nostri produttori, in modo da generare quelli che io chiamavo i ‘Roments’ durante i match.

Si trattava di quei momenti in cui la stella di Roman doveva brillare” – ha ricordato. Tutti e tre hanno ottenuto un successo enorme anche a livello individuale. “Sapevamo che se quel gruppo avesse funzionato nel migliore dei modi, tutti quanti ne avremmo tratto giovamento per il futuro” – ha chiosato Seth.

Reigns e Rollins sono ancora oggi tra le superstar più importanti di SmackDown, mentre Ambrose (che oggi si esibisce con il nome di Jon Moxley) è una delle stelle di AEW.

Seth Rollins Dean Ambrose Roman Reigns
SHARE