Vince Russo: "La crisi della WWE si evince anche dalle regole dei match"



by   |  LETTURE 1730

Vince Russo: "La crisi della WWE si evince anche dalle regole dei match"

Dopo un anno e mezzo passato nel ThunderDome, la WWE è tornata finalmente ad ospitare i suoi fan dal vivo grazie al miglioramento della situazione sanitaria. Money in the Bank e SummerSlam hanno rappresentato una vera e propria boccata d’ossigeno per la federazione di Stamford, alle prese inevitabilmente con la crisi legata alla pandemia.

Basti pensare che oltre 50 superstar sono state rilasciate negli ultimi mesi, inclusi nomi di primissimo piano come Braun Strowman, Aleister Black, Mickie James, Andrade e Bray Wyatt. Persino il leggendario Ric Flair si è allontanato dalla WWE, con l’intento di percorrere altre strade dopo aver scritto pagine memorabili di storia del wrestling.

Nel corso dell’ultima edizione di ‘Legion of RAW’ su Sportskeeda, l’ex writer della WWE e della WCW Vince Russo ha illustrato come i vertici della compagnia dovrebbero aggiornare alcune vecchie regole che minano la credibilità del prodotto.

In WWE, giusto per citare un esempio, i campioni possono mantenere il loro titolo anche se si fanno squalificare intenzionalmente.

Vince Russo critica ancora la WWE

“Quella entrerà nella storia come una delle regole più ridicole nella storia del wrestling professionistico.

Il bello è che la WWE non si è ancora decisa a cambiarla” – ha detto Russo. “Quando sono andato a lavorare in un piccolo gruppo indipendente in Colorado, la prima cosa che ho fatto è stata intervenire su quella regola.

Se vieni schienato o squalificato, perdi automaticamente la cintura. Altrimenti i campioni potrebbero farsi squalificare volontariamente in ogni occasione, specialmente se interpretano un personaggio heel” – ha aggiunto.

Russo ha suggerito alla WWE di dare un’occhiata alle regole della UFC: “Dovrebbero rendersi conto che alcune regole non hanno più senso nel 2021. Non funzionano, c’è poco da dire. La WWE dovrebbe introdurre regole simili a quelle della UFC, mi viene in mente questo parallelismo.

Il campione non rimane tale se abbandona la gabbia. Il mio non è soltanto un discorso di tipo formale, dal momento che tutti questi aspetti incidono sulla credibilità delle trame”. La WWE, nel frattempo, sta organizzando il prossimo PPV, Extreme Rules.