Kurt Angle: "Ecco qual è la cosa più difficile da gestire per una superstar WWE"



by   |  LETTURE 1307

Kurt Angle: "Ecco qual è la cosa più difficile da gestire per una superstar WWE"

Kurt Angle è stato uno dei più grandi wrestler dell’era moderna, nonostante il fortissimo scetticismo che aleggiava su di lui agli inizi della sua carriera. Il 52enne di Mount Lebanon è l’unica superstar di sempre ad aver detenuto il WWE Championship, il WWE World Heavyweight Championship, il WCW World Heavyweight Championship, il TNA World Heavyweight Championship e l’IWGP Third Belt Championship.

Angle è stato inserito sia nella TNA Hall of Fame che nella WWE Hall of Fame ed è unanimemente riconosciuto come il lottatore più abile tecnicamente di ogni epoca assieme a Chris Benoit. Nel corso dell’ultimo episodio del suo ormai celebre podcast, l’ex medaglia d’oro olimpica ha affermato che essere il campione WWE è di gran lunga la cosa più difficile da gestire per un wrestler.

Kurt Angle si è ritirato a WrestleMania 35

“Essere il campione WWE implica la tua presenza ogni singola sera” – ha esordito Angle. “Sei sempre impegnato negli incontri più lunghi dello show, non importa che si tratti di un live event, di un pay-per-view o di una puntata settimanale.

Devi metterti in testa che sarai sempre occupato. In un certo senso, è come se tu dovessi portare la compagnia sulle tue spalle. Da un lato è una grandissima responsabilità, mentre dall’altro devi essere pronto per una cosa simile.

C’è molta pressione e non tutti sono in grado di reggerla. Sei quello che fa vendere i biglietti. Questo pensiero è presente nella tua mente, il che non ti aiuta a mantenere la calma. Ovviamente ci sono tante altre superstar che aiutano la vendita dei biglietti, ma il campione WWE è quello che ha più responsabilità in assoluto” – ha illustrato Kurt.

Il ritiro ufficiale di Angle è avvenuto a WrestleMania 35, dopo aver perso da Baron Corbin in un match che ha deluso sia i fan che gli addetti ai lavori. Nella puntata di NXT del 27 maggio scorso, Angle ha fatto un’apparizione come arbitro speciale nel ‘Fight Pit match’ fra Matt Riddle e Timothy Thatcher vinto da quest’ultimo.

Successivamente, è stato visto nel backstage a SmackDown per promuovere l’esordio di Riddle nel main roster.