Vince Russo: "Il ritorno di The Rock potrebbe rivelarsi un boomerang"



by   |  LETTURE 2678

Vince Russo: "Il ritorno di The Rock potrebbe rivelarsi un boomerang"

The Rock ha disputato il suo ultimo match in WWE a WrestleMania 32 nel 2016, quando ha sconfitto Erick Rowan in appena sei secondi. Nel corso degli ultimi anni, si sono intensificate le voci relative ad un possibile dream match fra ‘The Great One’ e suo cugino Roman Reigns, che ha sconfitto John Cena a SummerSlam rafforzando il suo status di volto simbolo della compagnia.

Il ‘Tribal Chief’ dovrà prima resistere all’assalto di Brock Lesnar, autore di un clamoroso ritorno sul ring dopo oltre un anno di assenza. La resa dei conti fra i due avrà luogo a Crown Jewel in Arabia Saudita o direttamente alle Survivor Series.

In una lunga intervista ai microfoni di Sportskeeda, l’ex writer della WWE e della WCW Vince Russo ha spiegato che l’eventuale rientro di The Rock potrebbe rivelarsi un boomerang per la federazione di Stamford.

Vince Russo scettico sul ritorno di The Rock

“Prima di tutto, far tornare The Rock sul ring non è esattamente un’operazione a basso costo. Gli dovranno dare parecchi soldi, il che non è un aspetto secondario se si tiene conto degli effetti della pandemia ancora in corso” – ha analizzato Russo.

“Il WWE Universe sarà ovviamente entusiasta quando sentirà la musica di The Rock nell’arena, ma quante saranno le sue apparizioni? Lui rappresenta ormai una stella di Hollywood, non è più una superstar a tempo pieno.

Potrebbe avere il tempo necessario per dar vita ad una bella faida con Roman Reigns, che sarebbe una delle cose più interessanti degli ultimi anni. Cosa succederà però quando The Rock farà il suo ritorno a Hollywood qualche settimana più tardi?” – ha aggiunto.

L’attesissima sfida tra The Rock e Roman Reigns dovrebbe svolgersi a WrestleMania 38 nel 2022 oppure a WrestleMania 39 nel 2023. Dwayne Johnson detiene il record per il maggior numero di partecipazioni al main event di Raw e di SmackDown, oltre ad aver collezionato una serie di faide memorabili (su tutte quella con Stone Cold Steve Austin).

Nel 2016, il settimanale statunitense ‘TIME’ lo ha incluso fra le cento persone più influenti al mondo.