Qual è stata la reazione interna in WWE alla notizia dell'accordo CM Punk-AEW?



by   |  LETTURE 2475

Qual è stata la reazione interna in WWE alla notizia dell'accordo CM Punk-AEW?

Ormai è solo una questione di tempo, quella che ci potrà far capire se gli ultimi rumors delle ultime settimane erano solamente tali o se invece erano assolutamente reali e quindi se uno dei più vincenti campioni mondiali WWE degli ultimi anni andrà veramente a riallacciare i propri stivali per salire sui ring della All Elite Wrestling.

Parliamo ovviamente del Second City Savior di Chicago: CM Punk. Dopo i continui rumors sulla possibile firma di Daniel Bryan con la compagnia della famiglia Khan, con il suo debutto che dovrebbe arrivare non prima della fine di Settembre, sarebbe arrivata da diverse fonti importanti anche la notizia della firma certa di Punk con la seconda federazione più importante d'America, la AEW appunto.

Secondo gli addetti ai lavori, CM Punk dovrebbe adesso debuttare sui teleschermi della federazione che vede già al suo interno parechi ex WWE come Chris Jericho, Andrade, Jon Moxley e tanti tanti altri, nella sua Chicago, dove la AEW terrà il prossimo ppv All Out.

L'evento a pagamento in questione, andrà in onda proprio dalla città natale del wrestler il prossimo 5 Settembre e sarà quindi la sede perfetta per presentarlo al pubblico di casa, che farà sicuramente esplodere l'arena in un urlo di gioia per il suo ritorno al ring dopo anni di assenteismo.

In WWE prendono a cuor leggero la firma di Punk con la AEW

A quanto pare, se da un lato i dirigenti e gli addetti ai lavori della WWE sarebbero molto preoccupati per tutti questi ex della federazione che vanno a rinforzare la compagnia concorrente ogni mese, per quanto riguarda invece la situazione Punk, in molti sarebbero invece sollevati.
Secondo quanto riferito nelle ultime ore dal noto sito Ringside News, diversi addetti ai lavori interni della WWE avrebbero rivelato con testuali parole, che: "la WWE non ha nessun interesse per CM Punk e ancor meno per Phil Brooks come essere umano.

Lasciamo che sia adesso il loro mal di testa" . Con queste frasi molto pungenti, alcune fonti interne hanno spiegato in maniera molto esaustiva e cristallina il punto di vista dei McMahon e del resto della crew con Punk, il quale negli ultimi anni non ha goduto della stima di ex colleghi e di ex capi, soprattutto per come si è comportato dal suo allontanamento dalla compagnia.