Booker T: "Vi spiego cosa potrebbe convincere The Undertaker a tornare sul ring"



by   |  LETTURE 1512

Booker T: "Vi spiego cosa potrebbe convincere The Undertaker a tornare sul ring"

The Undertaker ha disputato il suo ultimo match a WrestleMania 36 lo scorso anno, quando ha affrontato AJ Styles in uno spettacolare ‘Boneyard Match’. L’incontro ha ottenuto un riscontro favorevole da parte del WWE Universe, che ha apprezzato la strategia della federazione in un momento senza precedenti per il mondo intero (era infatti da poco scoppiata la pandemia).

Il fisico del ‘Deadman’ aveva mostrato evidenti segnali di usura già negli anni precedenti al suo ritiro, come ammesso dallo stesso Becchino all’interno della docu-serie ‘The Last Ride’.

Molti fan di wrestling ricorderanno sicuramente il disastroso match contro Goldberg, che era andato in scena in Arabia Saudita e in cui i due veterani avevano rischiato di farsi male sul serio. Taker ha salutato tutti alle Survivor Series 2020, nello stesso pay-per-view in cui aveva fatto il suo debutto assoluto 30 anni prima.

Nel corso dell’ultima edizione del suo podcast ‘Hall of Fame’, Booker T non ha escluso tuttavia un ritorno sul ring del ‘Phenom’ in una delle prossime edizioni di WrestleMania.

Booker T non esclude un ritorno di Undertaker

“Il Boneyard Match contro AJ Styles è stato un ottimo modo per uscire di scena, ma considerate quello che abbiamo appena visto nel PPV Money in the Bank.

Tutte quelle persone, tutti quei fan, che sarebbero in grado di dargli il perfetto addio, come meriterebbe una leggenda della sua caratura. Non escludo che potremmo rivedere The Undertaker sul ring ancora una volta in futuro.

Ovviamente non sono in grado di dire quando. Magari già quest’anno, o forse il prossimo. Sarebbe bellissimo ammirarlo nuovamente con giacca e cappello mentre fa il suo iconico ingresso” – ha dichiarato Booker T.

Qualche tempo fa, l’attuale star di AEW Chris Jericho aveva espresso il suo desiderio di tornare a lavorare con Taker. “Abbiamo lottato contro un paio di volte e sono sempre venuti fuori degli incontri elettrizzanti, ma non abbiamo mai avuto la possibilità di costruire una lunga faida.

Mi sarebbe piaciuto tantissimo collaborare anche con Bret e Owen Hart”. A meno di clamorosi colpi di scena, è stata scritta la parola fine sulla meravigliosa carriera di Undertaker.