Vince Russo: "Vi spiego come andavano gestiti i ritorni di John Cena e Goldberg"



by   |  LETTURE 1776

Vince Russo: "Vi spiego come andavano gestiti i ritorni di John Cena e Goldberg"

Dopo la conclusione di Money in the Bank, la WWE ha già dato il via al lungo percorso di avvicinamento che porterà fino a SummerSlam (l’evento più importante dell’estate in scena a fine agosto).

L’ultimo episodio di Monday Night Raw è stato ricco di colpi di scena, con i ritorni di John Cena e Goldberg che hanno rappresentato i momenti più significativi della serata. Il 16 volte campione del mondo ha aperto lo show di questa settimana ed è stato coinvolto in un bizzarro angle con Riddle, mentre Bill ha lanciato la sfida a Bobby Lashley per la gioia del nutritissimo pubblico assiepato nell'arena.

L’ex writer della WWE e della WCW Vince Russo, ospite come da tradizione ai microfoni di Sportskeeda, ha definito la WWE eccessivamente pigra nel suo approccio.

Vince Russo commenta l'ultima puntata di Raw

“Voglio soltanto dire che era un’occasione che poteva essere sfruttata meglio, invece hanno deciso di limitarsi al compitino.

Lasciate che vi dica cosa avrei fatto io. John Cena sarebbe dovuto essere il primo ad entrare in scena, come effettivamente è successo, ma sarebbe stata bella un’intervista con lui nel backstage mentre stava uscendo.

Proprio in quel momento, sarebbe arrivata una limousine con dentro Goldberg, che entrava per la prima volta in assoluto nell’arena. Magari avremmo visto Bill uscire dalla macchina, passare davanti a Cena e fargli un cenno di intesa.

Per l’intera notte avresti potuto contare su un thread Cena-Goldberg. Questo sarebbe dovuto accadere. Invece a cosa abbiamo assistito l'altra sera? A John Cena che ha realizzato soltanto un banalissimo spot promozionale, mentre Goldberg è salito sul ring per lanciare la sfida a Bobby Lashley.

Onestamente continuo a notare troppa pigrizia e incompetenza in seno alla WWE. Non sto dicendo che siano stupidi, ma hanno avuto a disposizione una settimana di tempo per organizzare qualcosa di meglio. La presenza di due leggende come Cena e Goldberg era un vantaggio enorme da sfruttare, invece loro hanno ripetuto segmenti già proposti un milione di volte in passato” – ha sentenziato Russo.