Grande frustrazione di alcuni addetti ai lavori WWE per il booking di Karrion Kross



by   |  LETTURE 1147

Grande frustrazione di alcuni addetti ai lavori WWE per il booking di Karrion Kross

Nell'ultimo episodio di Monday Night Raw, la WWE ha pensato bene di far debuttare nel main roster il campione assoluto di NXT, Karrion Kross, mandandolo contro uno dei veterani della compagnia, il quale ultimamente aveva visto una battuta d'arresto della sua carriera abbastanza importante: Jeff Hardy.

Appena iniziata la contesa, tutti i fan e gli addetti ai lavori della compagnia erano strasicuri che Hardy fosse il solito avversario del mid-carding, che viene "dato in pasto" al campione arrivato da NXT, così da poterlo far debuttare con un primo grande successo, per spingere la propria carriera anche nel main roster, ma clamorosamente, questa volta così non è stato.

A vincere il match di rapina è stato infatti Jeff Hardy, che con un roll-up e l'ausilio delle corde del ring, ha schienato il mastodontico campione assoluto del roster giallo, facendolo iniziare con una sconfitta il suo percorso a Monday Night Raw, nell'incredulità generale.

Addetti ai lavori furiosi con Vince McMahon per la sconfitta di Karrion Kross

Come abbiamo riportato nella serata di ieri, a quanto pare l'idea di far perdere al suo debutto il campione di NXT contro Jeff Hardy, sarebbe stata proprio del Chairman in persona, Vince McMahon, il quale avrebbe utilizzato tale sconfitta come monito e come messaggio verso i suoi dipendenti, soprattutto quelli del roster giallo.
Nonostante ciò, la sconfitta patita da Karrion Kross avrebbe creato comunque una grandissima spaccatura all'interno del backstage WWE, con diversi addetti ai lavori che sarebbero amareggiati e frustrati dalla cosa.
Secondo quanto riportato nelle ultime ore dal noto podcast d'oltreoceano, il Fightful Select, infatti:

"C'è stata una grande frustrazione da parte delle persone con cui abbiamo parlato, di come Finn Balor, Adam Cole, Johnny Gargano, Santos Escobar, Oney Lorcan e altri abbiano lavorato per aiutare Kross a diventare il più dominante possbile" .

Con un semplice capriccio del Chairman, quindi, sarebbero andati in fumo mesi e mesi di booking di NXT, con il patron della WWE che a quanto pare avrebbe espresso totale disinteresse per il progetto del roster giallo del genero Triple H e le sue azioni parlerebbero infatti molto chiaro.