Vince Russo: "Ci vorrebbe uno sforzo della WWE per dare lustro a Goldberg"



by   |  LETTURE 1630

Vince Russo: "Ci vorrebbe uno sforzo della WWE per dare lustro a Goldberg"

Dopo un’assenza di 12 anni dalla WWE, Goldberg è stato in grado di sconvolgere il mondo sconfiggendo in appena 86 secondi un mostro sacro come Brock Lesnar alle Survivor Series nel 2016. Quella storyline, che ha poi condotto alla rivincita della Bestia a WrestleMania 33, ruotava soprattutto intorno al rapporto fra Bill e il suo giovane figlio.

Nonostante abbia ricevuto innumerevoli critiche durante la sua carriera, è impossibile negare l’ex Universal Champion si sia mantenuto in ottima forma anche dopo aver passato i 50 anni. Sean Ross Sapp di ‘Fightful’ ha riferito che sarebbe in programma una sfida tra Bobby Lashley e lo stesso Goldberg a SummerSlam il 21 agosto.

Nell’ultima edizione del suo show su Sportskeeda, l’ex writer della WWE e della WCW Vince Russo ha elogiato Bill per l’etica del lavoro dimostrata negli ultimi anni.

Vince Russo elogia la professionalità di Goldberg

“Devo dare credito a questo ragazzo, c’è poco da dire” – ha esordito Russo, il cui rapporto con Goldberg è stato caratterizzato da tanti alti e bassi.

“Si mantiene in grandissima forma. Ogni volta che torna sul ring, c’è il fuoco dentro di lui, non ha perso nulla con l’avanzare dell’età. Non capisco perché lo si faccia tornare saltuariamente affinché venga sconfitto dall’avversario di turno.

Succederà la stessa cosa anche con Bobby Lashley?” – si è domandato Vince. Secondo il parere di quest’ultimo, la WWE dovrebbe sforzarsi di dare più lustro ad un personaggio leggendario come Goldberg.

“Si sarebbe potuta sfruttare meglio quella sconfitta contro Lesnar a WrestleMania, invece non è stato fatto nulla. Qual è l’obiettivo ora? Dare a Lashley una vittoria prestigiosa? Credo che ci debba essere uno sforzo più intenso da parte della dirigenza”.

L’ultima volta che ‘The Myth’ era stato visto sul ring risaliva alla Royal Rumble, quando aveva sfidato l’ex campione WWE Drew McIntyre. Lo scozzese ha poi ceduto il titolo nelle mani di The Miz, che a sua volta si è dovuto inchinare a Lashley. Nessuno è stato in grado di insidiare realmente ‘The All Mighty’, almeno fino ad ora.