Charlotte Flair: “Voglio essere nella card con gli uomini”



by   |  LETTURE 1245

Charlotte Flair: “Voglio essere nella card con gli uomini”

Negli ultimi tempi si è scatenata una polemica intorno al wrestling femminile che è partita dall’annuncio che Mickie James si occuperà di un ppv tutto al femminile per la NWA. Subito dopo, durante la conferenza stampa per NXT TakeOver: In Your House, è arrivata la risposta di Triple H, che ha rilasciato delle dichiarazioni un po’ controverse affermando che: “Uguaglianza non è avere un proprio show”.

E aggiungendo che le wrestler migliori sono in WWE. Si è aggiunto anche Tony Khan, presidente AEW, che ha deciso di rispondere proprio alle dichiarazioni di Triple H andando a creare così un circolo di opinioni infinito.

Su questo argomento si sono espresse anche tantissime donne del wrestling e una su tutte è la bellissima regina del ring Charlotte Flair, che ha dato la propria opinione usando parole migliori di quelle di Triple H.

Charlotte Flair parla della parità di genere nel wrestling

Intervistata da Graham Matthews del Bleacher Report, Charlotte Flair, ormai affermata atleta e donna più titolata della WWE, ha risposto all’idea di avere uno spazio dedicato solo alle donne: “Sarebbe bello avere uno show tutto al femminile? Si.

Sarebbe bello un altro pay-per-view tutto al femminile? Si. Ma sono della mentalità che io voglio essere nella card con gli uomini. Voglio essere nella card dove ci sono otto match e io voglio essere la migliore della serata non importante il genere.

Non ho bisogno di uno show o un ppv tutto al femminile per mettere in risalto la mia prestazione o la mia abilità di essere una donna wrestler. No. Io voglio provare, non importa uomo o donna, che io sono la migliore”.

Poi prosegue: “Penso sia fantastico, ma non ho bisogno di uno show tutto al femminile per mostrare che sono una wrestler fantastica. Qualsiasi promotion, qualsiasi star donna, tutti dovrebbero dire che sono i migliori.

Non dovresti essere nel business a meno che tu non dica che sei il migliore. Ovunque tu sia nel mondo dovresti dire che sei il migliore”. Queste parole non sono del tutto sbagliate. Charlotte non nega che sarebbe fantastico avere qualcosa che possa mettere in risalto le donne nel wrestling, ma allo stesso tempo è anche giusto sentirsi sicuri e combattere per avere un posto in comune dove uomini e donne hanno gli stessi diritti e dove un individuo, non importa la sua identità di genere, può sentirsi il migliore e lavorare al meglio.