Perché la WWE ha accantonato The Fiend? Arriva il parere di un esperto



by   |  LETTURE 2843

Perché la WWE ha accantonato The Fiend? Arriva il parere di un esperto

Bray Wyatt è apparso per l’ultima volta davanti agli schermi televisivi in un’edizione di ‘Firefly Fun House’ andata in onda a Raw subito dopo WrestleMania. Alexa Bliss ha infatti recentemente collaborato con una bambola – Lilly – in assenza di The Fiend.

Intervenuto su ‘Legion of RAW’, lo show organizzato da Sportskeeda, l’ex writer della WWE Vince Russo ha dato la sua interpretazione su quanto stia accadendo al personaggio di Wyatt. Secondo quanto diffuso dai colleghi di PWInsider, la compagnia di Stamford starebbe tenendo Bray volutamente lontano dai riflettori.

“Ci è stato confidato che The Fiend è stato tenuto volontariamente lontano dalla TV. Non è un caso che se ne parli così tanto, dato che il suo personaggio è molto ben voluto dalla gente.

La partita contro Randy Orton, da quello che ci è stato detto, è andata esattamente al 100% di come la si immaginava”.

Russo: "È lo stesso destino di tante superstar negli ultimi anni"

Vince Russo sembra di ben altro avviso: “Ecco cosa succede spesso a questi talenti: arrivano ad un punto di non ritorno in cui non sanno più come gestirli.

Ho scoperto qualcosa di molto interessante questa settimana. Mi sono reso conto che il personaggio di Bray Wyatt non ha più sbocchi adesso, gli hanno fatto prendere un piega che ormai non è più reversibile.

Ecco perché è lontano dalle scene da così tanto tempo, perché non hanno più idee che lo riguardino. Il suo destino è analogo a quello di tante altre superstar nella storia recente della WWE.

Basti pensare ad Elias, che non ha più ricevuto alcuna chance ed è stato accantonato. Nel momento in cui si accorgono che non è più possibile aggiustare la situazione, tendono a comportarsi in questa maniera”.

Russo ha parlato anche del rilascio di Braun Strowman: “Ho sentito dire che è uno di quei bravissimi ragazzi di campagna sempre gentili e disponibili. Il problema è che in questo business spesso ci si approfitta di persone come lui. Temo che sia esattamente quello che è successo”.