WWE, emergono possibili novità interne sul caso Bray Wyatt



by   |  LETTURE 2433

WWE, emergono possibili novità interne sul caso Bray Wyatt

Uno dei personaggi che mancano di più al momento sui ring della compagnia dei McMahon, è quel Bray Wyatt, che è assente ormai da diversi mesi a casua di possibili problemi personali dovuti alla morte dell'amico fraterno Luke Harper/Brodie Lee.

Dopo il suo ultimo match perso a Wrestlemania 37, nell'opener della seconda serata dello Showcase of the Immortals, dove il voltafaccia di Alexa Bliss ha costretto alla sconfitta il Fiend, alter ego di Wyatt, nel match contro Randy Orton, Bray si è assentato dai ring di Monday Night Raw, perchè ancora molto scosso dalla perdita dell'ex membro della Wyatt Family, nonchè grandissimo amico di una vita, Jon Huber.

Dopo aver lasciato scossa l'intera community del wrestling, con una morte arrivata a sorpresa alla soglia dei 40 anni, Jon Huber avrebbe scosso fin nel profondo anche l'amico Bray, che non sarebbe più riuscito a lottare come prima, dopo aver perso l'amico di mille battaglie, sui ring della WWE e nella vita reale.

Fino ad ora, di Wyatt non c'è stata alcuna notizia, nè in maniera ufficiale, nè in maniera ufficiosa.

Bray Wyatt è stato volutamente estromesso dai piani della WWE?

Secondo quanto emerso dagli ultimi aggiornamenti del PW Insider, sembrerebbe che l'intenzione di tenere fuori l'ex Universal Champion della compagnia sia partita proprio dalla dirigenza stessa, che starebbe tenendo l'atleta ancora fuori, non si sa per quale motivo nello specifico.
Come riportato in una delle ultime news del noto sito, infatti:

"Ci è stato detto che Wyatt è stato appositamente tenuto fuori dai piani TV.

Non è il caso di parlare di heat, perchè non ci sarebbe heat da parte di nessuno nella sua assenza. Il match con Randy Orton, ci è stato detto, era al 100% esattamente come pianificato" . Secondo quanto riferito dalle fonti interne agli ambienti della WWE, che intrattengono un rapporto molto vivace con i giornalisti dell'Insider, ogni giorno, sembrerebbe che la WWE stia ancora volutamente tenendo fuori il suo "demone" di Raw, preferendo non farlo apparire ancora sui teleschermi dello show rosso.

Non sappiamo però, al momento, per quale motivo la WWE abbia deciso di adottare tale strategia, se ha in mente qualcosa per il ritorno di uno dei suoi atleti più importanti o se la dirigenza vuole semplicemente assicurarsi che al suo ritorno il wrestler sia al 100% e non rischi un nuovo crollo emotivo.