Ex WWE rivela: "La nostra stable doveva tornare, poi la pandemia ha bloccato tutto"



by   |  LETTURE 1576

Ex WWE rivela: "La nostra stable doveva tornare, poi la pandemia ha bloccato tutto"

Una delle stable che sembrava essere in rampa di lancio sui ring della WWE fino a qualche anno fa, poi improvvisamente sparita dai teleschermi della compagnia, è quella del Sanity, squadra composta da Eric Young, Nikki Cross, Alexander Wolfe, Killian Dain e inizialmente anche Sawyer Fulton.

Già nel 2017, però, la stable comincia a perdere un pezzo, quando la WWE separa la sua strada con quella di Fulton, rilasciato anzitempo dal suo contratto. Alla fine la stable arriva però anche fino ai ring di Smackown, dove dura però decisamente troppo poco, nemmeno un anno, a cavallo tra il 2018 ed il 2019.

Dopo aver sciolto completamente la stable dal nulla, Nikki Cross e suo marito, Killian Dain, hanno cominciato a lavorare in singolo, mentre invece Wolfe è stato dirottato nell'Imperium e alla fine Eric Young è stato addirittura rilasciato, dopo essere stato draftato a Raw e mai utilizzato.

Alexander Wolfe rivela i piani per riportare in scena il Sanity

Dopo essere stato rilasciato anche lui con l'ondata di licenziamenti di NXT di qualche giorno fa, l'ex Imperium Alexander Wolfe, ha voluto ritirare fuori una storia molto interessante in merito alla sua prima stable arrivata sui ring della WWE, rivelando ai microfoni di Ringsiders Wrestling:

"Tornando indietro con i piani, attualmente il piano prima della pandemia era quello di riportare in scena il Sanity al completo.

Ma alla fine è arrivata la pandemia ed Eric Young è stato rilasciato, anche se nessuno immaginava questa cosa, nemmeno Triple H. L'unica cosa che so per certo, perchè l'ha detta lui stesso, EY, è stata che uno dei primi che lo hanno chiamato è stato proprio Triple H, che gli disse ' Mi dispiace amico, non lo sapevo'

Non so a questo punto cosa cercò di fare, se cercò di riassumerlo in qualche modo, posso solo fare ipotesi adesso, ma non c'era animosità, non c'era empatia, solo una pillola amara da mandare giù, quando domandi 'Okay ragazzi, non mi volete? e allora andate aff**lo'

Siamo tutti essere umani, abbiamo tutti dei sentimenti.
Comunque il piano originale era quello di riportarci insieme nel Sanity, così da avere noi tre insieme, che andavamo contro l'Imperium e avrebbero potuto fare tante cose, ma alla fine come sempre entrano in ballo i bla bla bla, dall'uscita di Eric Young dalla compagnia al 'faremo questo con Killian' fino al 'magari inseriamo anche Drake Maverick' o qualcun altro.
Avremmo potuto formare il Sanity versione 2, ma tutti si sarebbero chiesti 'Dov'è Eric Young?' Ma alla fine, non è successo nulla di tutto ciò.

Alla fine hanno fatto i tagli di budget e anche io ero nella lista, anche se sarei comunque andato via perchè il mio contratto scadeva il 15 di Giugno, quindi non me l'avrebbero rinnovato semplicemente" .