Vince Russo molto duro: "Il main event di Raw è stato davvero sciatto"



by   |  LETTURE 948

Vince Russo molto duro: "Il main event di Raw è stato davvero sciatto"

L’ultimo episodio di Monday Night Raw si è concluso con la vittoria di Natalya e Tamina, brave a difendere le loro cinture tag team dall’assalto di Nia Jax e Shayna Baszler. Reginald era in prima fila e ha scatenato l’ira di Baszler nel momento in cui ha distratto l’arbitro, impedendo alla stessa Shayna di completare il suo roll-up ai danni di Natalya.

L’ex campione femminile di NXT è andata su tutte le furie, intimando a Reginald di lasciare quella postazione e di dirigersi nel backstage. Quella distrazione le si è però rivelata fatale, avendo permesso a Natalya di ribaltare le sorti della contesa e di aggiudicarsi l’intera posta in palio.

Intervenuto nel classico appuntamento settimanale su Sportskeeda, l’ex writer della WWE e della WCW Vince Russo ha criticato duramente il main event dello show rosso.

Russo: "Mi viene da ridere pensando a ciò che era un tempo"

“Prima di tutto, bisogna tenere conto che si trattava del match più importante della serata.

La gente ha delle aspettative molto alte per l’ultimo segmento dello show. Devo dire che l’incontro è stato troppo sciatto. Di solito non mi piace entrare in questioni tecniche, dato che non sono un wrestler, ma in questo caso non posso proprio farne a meno.

Mentirei se negassi di aver assistito ad uno spettacolo sciatto, che non ha trasmesso alcun tipo di emozione. Non ho nemmeno ben capito quale fosse il messaggio che la WWE voleva trasmettere ai fan. Tante situazioni confuse che hanno lasciato l’amaro in bocca agli spettatori” – ha sentenziato Russo.

A Vince è stato chiesto se prenderebbe in considerazione l’ipotesi di un ritorno in WWE. “Innanzitutto, voglio premettere che non si tratta di una questione di soldi. Ho 60 anno ormai, sono sposato da tempo e ho dei figli grandi.

Dipenderebbe tantissimo dal progetto e dalle idea che mi proporrebbero. Mi dispiace ammettere che a nessuno importa realmente del wrestling professionistico nel 2021. Tony Khan e gli altri non fanno che vantarsi del loro milione di seguaci. Mi viene da ridere pensando a ciò che era un tempo”.