La WWE continua i licenziamenti interni, passando ai dirigenti



by   |  LETTURE 663

La WWE continua i licenziamenti interni, passando ai dirigenti

Negli ultimi due mesi, la WWE è tornata a far cadere con violenza la sua scure dei licenziamenti, partendo prima dal main roster, eliminando i contratti di atleti del calibro di Bo Dallas, Samoa Joe, le IIconics, Mickie James e molti altri e poi passando ad NXT, con altri numerosi giovani atleti eliminati nel corso delle ultime settimane, compreso Alexander Wolfe e Velveteen Dream.

In tutto ciò, hanno trovato però spazio anche tre-quattro dirigenti della federazione, compreso Mark Carrano, l'artefice dell'invio degli oggetti privati delle Superstar in alcune buste della spazzatura, con tale fatto che fece scandalo, quando la cosa arrivò fino alla porta di Mickie James, dopo il suo rilascio.

A quanto pare, però, la WWE non avrebbe terminato così la sua serie di tagli, andando a continuare la lista di rilasci anche nelle scorse ore.

La WWE taglia diversi ruoli dirigenziali dalla compagnia

Nelle ultime ore sono emerse infatti ulteriori notizie in merito ai rilasci in ambito aziendale della WWE, con l'ultimo nome uscito fuori da tali rilasci che è quello di James Wortman, direttore dei contenuti della WWE, il quale ha voluto anche rispondere al suo licenziamento dopo ben 11 anni di onorato servizio.

Il nome di Wortman è solo l'ultimo di una lunga lista di dirigenti eliminati dall'organigramma della WWE, come ad esempio Jay Rosenstock, vicepresidente esecutivo della parte internazionale della compagnia, o Brian Pellegatto, nonchè Jaylar Donlan Vicepresidente del Gruppo Media della WWE.
Dopo tutti questi rilasci, anche Cathy Kelley, intervistatrice della compagnia è rimasta molto amareggiata, visto che la maggior parte dei dirigenti del gruppo digitale della WWE erano suoi amici.

Vediamo ora il tweet rilasciato da James Wortman, in merito al suo rilascio arrivato nelle scorse ore:


"Non era qualcosa che mi aspettavo di dire oggi o in qualsiasi altro giorno, ma non faccio più parte della WWE dopo 11 anni. Grazie a tutti gli amici che mi sono fatto durante il tempo di permanenza ed ai talenti con cui ho avuto il piacere di lavorare. Non è un arrivederci, è un 'ci vediamo lungo la strada' " .