WWE: inaspettato ritorno fa trionfare un atleta di Smackdown a Wrestlemania - SPOILER



by   |  LETTURE 3859

WWE: inaspettato ritorno fa trionfare un atleta di Smackdown a Wrestlemania - SPOILER

Uno dei match secondari che hanno anche un po' rubato la scena in quel di Wrestlemania 37, in una delle prime contese andate in scena nella seconda nottata dedicata allo show degli show, è stato il match valido per il titolo Intercontinentale, dove l'ex membro del New Day, Big E, ha messo in palio il suo titolo Intercontinentale dall'attacco di Apollo Crews, atleta che fino a poco tempo fa lavorava tra le fila dei babyface in quel di Smackdown e che adesso invece è diventato un heel a tutti gli effetti.

Dopo aver cambiato completamente attitudine, con degli attacchi veramente subdoli e terrificanti spediti all'indirizzo del campione secondario in carica dello show blu, Apollo si è presentato in quel di Wrestemania con i vestiti tipici del suo paese di origine, la Nigeria, nel primo Nigerian Drum fight della storia della compagnia di Stamford.

Dabba Kato aiuta Apollo Crews a vincere il titolo Intercontinentale

Grazie alle armi contundenti presenti a bordo ring, le quali potevano essere tranquillamente utilizzate dai lottatori senza prendere nessun tipo di squalifica, non essendo presente nella contesa, neanche a dirlo, il match tra Big E ed Apollo è diventato una vera e propria carneficina, con entrambi i lottatori che si sono colpiti a vicenda più volte, sia con kendo stick che con i gradoni d'acciaio di ingresso al ring, utensile già utilizzato a Smackdown da Apollo, per attaccare il campione.

Quello che i fan però non si aspettavano è che una volta praticamente archiviato il capitolo Apollo Crews, con Big E che aveva quasi chiuso il match con la sua finisher, a venire a dare una mano al nigeriano della WWE arrivasse un volto conosciuto dei ring della federazione, ovvero quello di Dabba Kato, gigantesco atleta visto sia ad NXT che a Raw Underground, che era andato a scontrarsi anche con Braun Strowman qualche mese fa.

A quanto pare, per la WWE questo volto rimane ancora sconosciuto, per lo meno secondo quanto riportato sui suoi social. Il protetto di Shane McMahon, è infatti salito dal nulla sul ring di Wrestlemania 37, attaccando Big E in maniera veramente veemente, con un colpo che ricorda molto la finisher del compianto Umaga, la Samoan Spike, con la quale Dabba ha così messo al tappeto il campione, favorendo poi il pin del nuovo incoronato a campione Intercontinentale, Apollo Crews.
A Smackdown ne sapremo sicuramente di più, ma pare che la WWE abbia quindi voluto affiancare il gigantesco atleta ad Apollo, per permettergli un regno titolato più "sicuro", che i fan probabilmente non accetteranno di buon grado.