Quali sono i piani della WWE per la Retribution nel dopo Fastlane? - SPOILER



by   |  LETTURE 2261

Quali sono i piani della WWE per la Retribution nel dopo Fastlane? - SPOILER

Anche l'ultimo ppv della WWE prima di Wrestlemania, Fastlane, è ormai andato agli archivi, con numerose sorprese che hanno lasciato i fan del WWE Universe a bocca aperta, come ad esempio il ritorno del Fiend dopo mesi di assenza, che ha così riportato il suo faccione completamente bruciato sui teleschermi della compagnia dei McMahon o la vittoria titolata di Roman Reigns, che ha così mantenuto saldo sulla sua spalla l'Universal Championship, nella contesa con Daniel Bryan.

Un altro colpo di scena che i fan ancora non si aspettavano o per lo meno non del tutto, era lo scioglimento della Retribution, importante stable di Monday Night Raw, che per settimane ha fatto il buono ed il cattivo tempo sia sui ring dello show rosso che su quelli dello show blu, prima di fermarsi stabilmente nello show del lunedì sera della WWE.
Proprio nel ppv andato in onda nella notte, Mustafa Ali è stato attaccato finalmente dai suoi adepti, ormai stanchi di sentire i suoi sermoni e i suoi richiami alla fine di ogni match, con Mace e T-Bar che hanno infatti colpito Ali con una Double Chokeslam, prima di defilarsi.

Cosa succederà adesso ai membri della Retribution?

Secondo una prima analisi portata avanti da Dave Meltzer, durante la sua giornaliera Newsletter del Wrestling Observer, per i membri del team della Retribution potrebbe esserci adesso un momento di oblio assoluto, con la dirigenza della compagnia di Stamford che infatti potrebbe non avere nulla di pronto per tali wrestler, che rimarrebbero così fermi ai box, come gli altri colleghi bloccati da settimane o addirittura mesi.

Secondo Meltzer, infatti:

"Rompere il gruppo mi fa capire che non avranno nulla fino a che non salterà fuori qualche nuova idea per loro e ci potrebbe volere molto tempo. Voglio dire, molto spesso fanno fare uno split a persone che poi non hanno una destinazione e finiscono quindi per rimanere lì in un angolo, appunto senza destinazione" .

Dopo la rottura e lo scioglimento della Retribution avvenuti a Fastlane, quindi, che sembrano ormai essere netti e risolutivi, nel futuro dei wrestler che componevano il team del caos potrebbe esserci il nulla più totale, in una situazione simile a quella di Murphy, Andrade e Bo Dallas, che non è di certo l'aspirazione di nessun pro-wrestler del mondo e che porta appunto a richiedere il rilascio, come successo qualche giorno fa al messicano.