WWE, Randy Orton spiega perché non aveva interesse a sfidare Drew McIntyre



by   |  LETTURE 3329

WWE, Randy Orton spiega perché non aveva interesse a sfidare Drew McIntyre

Sono ormai mesi che la superstar della WWE Randy Orton è impegnato in un'infinita faida contro il Demone della compagnia The Fiend. Nell'ultimo Pay per View della WWE a TLC nel 2020 The Viper 'brucio' vivo' The Fiend e sembrò mettere fine a questa grossa faida.

In realtà da quel giorno l'interpretazione maligna di Bray Wyatt non è più apparsa sul ring ma è stato sostituito da Alexa Bliss che ha utilizzato i poteri del Demone per portare quasi ad impazzire il Legend Killer.

Questa notte è andato in scena Fastlane, evento dove si sono sfidati Randy Orton ed Alexa Bliss e dove quest'ultima è riuscita clamorosamente ad ottenere la vittoria grazie al provvidenziale aiuto di The Fiend, tornato 'dagli inferi' in una nuova veste e che ha colpito l'esperto wrestler con una Sister Abigail.

A quel punto per Alexa Bliss è stato 'un gioco da ragazzi' schienate l'avversario ed ottenere così un'importante vittoria. Prima di questa faida però Randy Orton è stato coinvolto in uno scontro per il WWE Champion contro Drew McIntyre con il Legend Killer che prima ha conquistato il titolo per poi riperderlo poco dopo dallo Scottish Psychopath.

L'aneddoto rivelato da Randy Orton

Nel corso di un recente episodio di Broken Skull Sessions con la leggenda della WWE Stone Cold Steve Austin, Randy Orton ha rivelato che all'inizio non voleva affrontare o comunque non aveva il bisogno di sfidare Drew McIntyre.

Ecco le sue parole a riguardo:

"La verità è che all'inizio non avevo davvero alcun interesse a stare sul ring con lui. Pian piano ci siamo avvicinati e alla fine lui ha ottenuto una grande crescita.

Dopo questo periodo abbiamo avuto 3-4 sfide in Pay per View ed ho imparato a conoscere Drew, l'ho conosciuto davvero tanto ed ho capito che ama questo business e so che da tutto per il mondo del wrestling. Io e lui la pensiamo allo stesso modo e quindi per questo sopratutto negli ultimi mesi ci siamo sfidati cercando di migliorarci a vicenda e di rendere avvincente lo sport che amiamo"

Randy Orton ha chiarito quindi che inizialmente sfidare Drew McIntyre non era una sua priorità ma alla fine ha imparato ad apprezzarlo e ha capito quanto lo Scottish Psychopath sia bravo.