Ex atleta WWE: "Nel wrestling non ci sono più campioni che stanno in piedi da soli"



by   |  LETTURE 2633

Ex atleta WWE: "Nel wrestling non ci sono più campioni che stanno in piedi da soli"

Ormai è una cosa di tutti i giorni, quella che vede gli ex wrestler del passato della WWE andare a criticare i giovani di oggi, coloro che stanno cercando di trainare sulle proprie spalle le compagnie più importanti del mondo del pro-wrestling, con queste leggende che invece non fanno altro che criticare e cercare di spronare tali giovani a fare di meglio, come magari solo nella loro epoca si sapeva fare.

L'ultimo a entrare nel dettaglio prendendo come esempio uno dei campioni attuali del mondo del pro-wrestling più amati, Kenny Omega, è stato l'ex campione secondario della compagnia di Stamford, Lance Storm, grandissimo amico di Chris Jericho e storico lottatore canadese che adesso è diventato uno degli allenatori più influenti di tutta America nel mondo del pro-wrestling.

Lance Storm critica la mancanza di grandi star nel mondo del wrestling

Nel suo ultimo intervento ai microfoni del Figure Four Daily podcast, l'ex campione di coppia della WWE e della ECW e anche vincitore di diverse cinture sui ring della WCW, ha voluto così parlare dell'attuale campione mondiale della AEW ed in generale della situazione nel mondo del pro-wrestling:

"Ci sono persone che sono delle star e quando tu hai abbastana star, allora puoi cominciare a raccontare qualcosa.

Ma, il concetto di avere una sola persona che porta avanti tutto il racconto non funziona, soprattutto al giorno d'oggi, non si può vendere una roba del genere... ad esempio lui (Kenny Omega ndr). Lui non riesce a creare tutto da solo.

Lui non è stato il cambiamento. Nello show di domenica sera avrebbe potuto fare la differenza ma non l'ha fatta. Abbiamo avuto il primo grande match di Sting in AEW. Abbiamo avuto il grandissimo annuncio del futuro Hall of Fame che ha firmato per la compagnia.
Non voglio screditare Kenny Omega o nessun altro.

Manca dello star power. Ci sono persone che sono percepite come grandissime star ed hanno un grandissimo valore, ma un solo individuo non può trainare un intero show tv, far alzare i ratings o vendere i biglietti. Non più ormai.

Io non comprerei mai.
In nessuna compagnia una sola persona riesce a fare tutto questo. Se Chris Jericho dovesse lasciare la AEW quest'oggi, non ci sarebbe una grandissima differenza percepita nei ratings di mercoledì prossimo.

Ma se dovessero perdere Cody, i Bucks e Kenny, allora qualche perdita sicuramente ce l'avranno, perchè hanno perso molto star power" . A quanto pare, l'era dei vari The Undertaker, "Stone Cold" Steve Austin e John Cena è ormai terminata secondo Lance Storm, che non vede più un unico wrestler a trainare un'intera compagnia, come successo per decenni in WWE, con i vari Hulk Hogan e Ric Flair che per anni hanno contribuito ad accrescere la fama della federazione in tutto il mondo.