WWE, ex creativo: "Vince McMahon non deve fare questo errore con Bobby Lashley"



by   |  LETTURE 1656

WWE, ex creativo: "Vince McMahon non deve fare questo errore con Bobby Lashley"

L'ultimo episodio di Monday Night Raw ha portato ad un importante cambiamento per la storia recente della WWE e sopratutto di ciò che riguarda lo show rosso. Bobby Lashley, membro dell'Hurt Business, e tra i principali wrestler dello show rosso, si è aggiudicato nel Main Event un Lumberjack Match per il titolo contro The Miz ed ha conquistato così, dopo ben 17 anni di attesa, il titolo di WWE Champion.

In poche settimane la federazione di Vince McMahon ha cambiato totalmente i piani, sopratutto in vista del sempre più vicino Wrestlemania 37. Dopo la conquista del titolo di The Miz a Wrestlemania 37, arrivata grazie al grande aiuto di Lashley, poche settimane ed è cambiato di nuovo il campione.

Ora però c'è tanta curiosità per capire come la WWE gestirà il titolo di Bobby Lashley, se durerà un lungo periodo o se sarà un regno di transizione.

La critica di Russo a Prichard e Vince McMahon

Nel corso di Writing with Russo, trasmissione che l'ex creativo della WWE Vince Russo mantiene con il dottor Chris Featherstone, Russo ha chiarito un errore che il Chairman della WWE e l'attuale team creativo non devono assolutamente fare.

Ecco le sue parole a riguardo:

"Mi piacerebbe chiedere a Vince McMahon o a Bruce Prichard come fanno a pensare soltanto a Bobby Lashley come un WWE Champion solo di passaggio. Vorrei sapere il perché, ditemelo, capisco che ha ormai 45 anni ma sinceramente questo nessuno lo vede.

Lashley sta benissimo e nessuno saprà che ha 45 anni, sicuramente lo possono capire solo se glielo dicono. Non capisco davvero perché ci sono queste voci, io penso che Bobby possa avere un regno davvero buono"

Sono infatti tante le voci di transizione che vorrebbero Bobby Lashley solo come un campione di passaggio con la WWE che sta pensando di riconsegnare il titolo di WWE Champion a Drew McIntyre, magari a Wrestlemania 37, regalando così a The Scottish Psychopath il sogno di vincere il titolo con la presenza del pubblico, sogno negatogli 12 mesi fa circa a Wrestlemania 36.