Dalla WWE a Netflix: Vince McMahon non voleva approvare il documentario su di lui



by   |  LETTURE 5027

Dalla WWE a Netflix: Vince McMahon non voleva approvare il documentario su di lui

Nel corso degli ultimi anni sono stati numerosi i documentari realizzati da Netflix in merito al mondo dello sport americano e dell'intrattenimento generale. Da Tiger King a Making a Murder, fino ad arrivare a The Last Dance, che ha narrato in maniera sublime la carriera del grande Michael Jordan.

Lo stesso trattamento sarà riservato a Vince McMahon che, a quanto pare, era molto dubbioso sulla riuscita del progetto. A rivelarlo è stato di recente Triple H in un'intervista: "Inizialmente Vince non voleva farlo.

Non vede del grande potenziale narrativo nel suo personaggio, invece quello di Mr.McMahon è uno dei migliori di sempre. Ritiene che il mondo dell'intrattenimento sia interessato esclusivamente alle stelle della WWE che ogni giorno si esibiscono sul ring.

Invece c'è grande interesse attorno alla sua figura e ogni capitolo della sua vita rappresenta una storia incredbile" "Tutto quello che ha fatto, le difficoltà che ha dovuto affrontare per costruire un impero come la WWE.

Nessuno gli riconosce i giusti meriti, molti lo giudicano pensando che sia il businessman tiranno che ha creato questa realtà miliardaria tutta per sè pensando ai soldi. C'è molto di più da raccontare".

Vince McMahon non aveva approvato il suo documentario

Quella tra la WWE e Netflix è una collaborazione che va avanti ormai da tempo, e che ha visto il rilascio sulla piattaforma di contenuti originali come il simpatico film "The Main Event" e la divertente serie "The Big Show Show", con protagonista l'ormai ex stella della Compagnia Paul Wight.

Vi ricordiamo, inoltre, come Netflix sia al lavoro su un film dedicato a Hulk Hogan, che sarà interpretato dalla star della Marvel, Chris Hemsworth. Il biopic esplorerà i momenti d'oro dell'Hulkamania e il boom dell'allora World Wrestling Federation negli anni '80.

E si vocifera che anche "Stone Cold" Steve Austin possa diventare protagonista di un documentario su Netflix. Insomma, il mondo del wrestling sembrerebbe aver stuzzicato le attenzioni della nota piattaforma di streaming.