Perché la WWE è stata costretta a sostituire Keith Lee a Elimination Chamber?



by   |  LETTURE 3357

Perché la WWE è stata costretta a sostituire Keith Lee a Elimination Chamber?

Tra le tante sorprese andate in scena ad Elimination Chamber, nella nottata che si è chiusa alcune ore fa, c'è stato un cambio dell'ultimo minuto che ha permesso a John Morrison di prendere parte ad un triple threat match valido per lo United States Championship di Raw, terminato però con la vittoria di Riddle, alla sua prima vittoria importante in singolo da quando è approdato in WWE.

Inizialmente, il terzo contendente nel match titolato per la cintura secondaria dello show rosso, doveva essere infatti Keith Lee, ex campione assoluto di NXT, che è stato però estromesso per un non meglio specificato infortunio, anche se più di qualche fonte ipotizza possa essere ancora affetto da covid, come la sua ragazza e futura moglie, Mia Yim, anch'essa assente da tempo dai teleschermi di Raw.

Perché la WWE ha voluto fortemente sostituire Keith Lee nel suo match?

In molti tra i fan del WWE Universe e gli addetti ai lavori, sia prima che durante il ppv, si sono infatti chiesti per quale motivo la WWE abbia voluto inserire per forza un terzo contendente al match titolato di Raw, con il nome di Morrison che tecnicamente non c'entrava nulla con la storyline del titolo americano e che ha dovuto quindi vincere un match di qualificazione nel kick-off della serata.
A dare una possibile spiegazione alla voglia della WWE di colmare per forza il vuoto lasciato da Lee, ci ha pensato come al solito Dave Meltzer, tramite i microfoni di uno degli ultimi aggiornamenti del Wrestling Observer, con il noto giornalista che ha infatti affermato:

"Adesso sapete per quale motivo non hanno portato avanti la contesa come single match e perchè hanno voluto fermamente che l'assenza di Keith Lee fosse colmata, visto che non avrebbe funzionato in un semplice single match per quello che volevano portare in scena.

Hanno provato a mettere in scena altri piani, ma alla fine hanno dovuto optare per John Morrison, questo è il motivo per cui l'hanno fatto, serviva Morrison o qualcun altro nel match. Sarebbe andato bene chiunque in quel ruolo, ma avevano comunque bisogno di quel qualcuno" .

In pratica, secondo Meltzer, John Morrison è andato a colmare il vuoto che serviva alla WWE per spingere Lashley verso McIntyre più tardi nella serata, quindi qualcuno doveva subire il pin decisivo durante il match titolato secondario di Raw e per rimanere credibile questa Superstar non poteva essere assolutamente l'All Mighty di Raw. Ancora una volta, John Morrison è stato decisivo per una storyline di Raw, suo malgrado.