Elimination Chamber, cambia un match a pochi minuti dal ppv: l'annuncio della WWE



by   |  LETTURE 816

Elimination Chamber, cambia un match a pochi minuti dal ppv: l'annuncio della WWE

Era nell'aria, ora è ufficiale: cambia un match di Elimination Chamber, con la WWE che lo ufficializza a pochi minuti dall'inizio del ppv. Arrivano infatti conferme sull'impossibilità di Keith Lee a prendere parte all'evento, ma l'ex campione di NXT non sarà semplicemente rimosso dalla card, ma sostituito da un collega.

Keith Lee infatti avrebbe dovuto prendere parte al Triple Threat Match con in palio il titolo di campione degli Stati Uniti, sfidando il campione Bobby Lashley in una sfida a tre aperta anche a Riddle. La sua partecipazione era però messa fortemente in discussione da un recente infortunio, che effettivamente si è poi rivelato sufficiente a fargli perdere lo show. A dispetto di buona parte delle aspettative, però, la sfida per il titolo di US Champion non diventerà un semplice uno contro uno tra Lashley e Riddle.

Nell'annunciare l'assenza di Lee, infatti, la WWE ha spiegato che un terzo partecipante emergerà da un Fatal 4-Way Match che si terrà nel kick-off di Elimination Chamber e al quale parteciperanno John Morrison, Ali, Ricochet e Elias:
 

L'infortunio di Keith Lee

Keith Lee, secondo quanto anticipato sulla 'Wrestling Observer Radio', ha subito il suo infortunio un paio di settimane fa. Già nell'ultimo episodio di Monday Night Raw in tanti hanno notato che nello show rosso c'erano Riddle e Bobby Lashley, ma non era presente Keith Lee.

Continua dunque il periodo non certo fortunato di Keith Lee, che dopo aver abbandonato il roster di NXT ha finalmente fatto il suo approdo nel roster principale, ma dopo un promettente inizio sembrava essersi 'leggermente perso'. Nel corso della sua avventura a Monday Night Raw se l'è finora vista con Randy Orton, Braun Strowman e appunto, ultimamente, Bobby Lashley.

Interessante invece la decisione di mandare comunque due avversari contro Bobby Lashley, campione heel che ha trovato una nuova giovinezza sportiva da quando è divenuto l'uomo centrale della Hurt Business fondata da un MVP rivelatosi nel corso del 2020 come uno dei migliori manager dell'attuale scena in WWE.