WWE: Kevin Owens è ancora su tutte le furie per il botch della Royal Rumble

Nella sua ultima intervista, il Prizefighter ha cercato di camuffare il clamoroso botch arrivato alla Rumble con Roman Reigns rimasto legato con le manette

by Roberto Trenta
SHARE
WWE: Kevin Owens è ancora su tutte le furie per il botch della Royal Rumble

Nell'ultima edizione della Royal Rumble andata in onda l'ultimo giorno dello scorso mese, è andato in scena anche un match valido per l'Universal Championship al momento ai fianchi di Roman Reigns di Smackdown, contro il canadese dello show blu: Kevin Owens.

Durante la contesa, che era un Last Man Standing match, ad un certo punto è successo l'impensabile, con Roman Reigns che è rimasto svariati secondi legato ad una colonna del titantron della WWE, con Paul Heyman che non è riuscito in tempo a slegare le manette che tenevano fissato il Tribal Chief al suolo.

In quel segmento, l'arbitro della contesa ha persino dovuto smettere di contare Reigns al suolo, altrimenti avrebbe dovuto far perdere il campione, che era però previsto come vincitore della serata, come deciso a tavolino dalla dirigenza.
Nonostante tale imprevisto sia stato un vero e proprio botch, la WWE sta cercando nelle ultime ore di raddrizzare il tiro, cercando di far rientrare questo angle nel personaggio di Reigns, che potrebbe aver pagato l'arbitro per non contare la sua sconfitta.

Kevin Owens torna a parlare del botch della Royal Rumble

Nella sua ultima intervista rilasciata ai microfoni del The Jake Asman Show, Kevin Owens è tornato a parlare del suo match alla Rumble, cercando di nascondere il gravissimo sbaglio causato dalla mancata apertura in tempo delle manette di Reigns, con il Prizefighter che ha infatti raccontato:

"Mi sto ancora riprendendo dalla Royal Rumble.

E' stata una notte veramente dura per me. Sono stato lanciato da una piattaforma di 12 piedi su un mucchio di tavoli, sono stato investito da un golf cart, sono saltato dalla cima di un muletto e sono volato per 3 metri, mi sono bruciato un braccio contro una luce che faceva parte della scenografia e dopo tutto ciò, non ho vinto perchè l'arbitro è stato pagato o una roba simile.

Un bel po' di cose dalla quale riprendermi. Non sono mai stato fregato da un arbitro in questo modo prima. Giocavo ad hockey in Canada quando ero piccolo, quindi uno si immagina che sarebbe dovuto succedermi già prima" .

A quanto pare, la versione "ufficiale" del botch arrivato sulle scene della Rumble, sarebbe quindi da vendere come un arbitro che viene pagato da Reigns o minacciato, per non farlo perdere. Con un segmento nato da uno sbaglio clamoroso, che è stato sapientemente modificato, per far crescere l'heat nei confronti del personaggio del Tribal Chief, che nonostante la sua attitudine malvagia, riesce comunque a ricevere parecchi consensi da addetti ai lavori e dai fan del WWE Universe.

Kevin Owens Royal Rumble Roman Reigns
SHARE