Un altro ex WWE critica il segmento finale di Raw con Randy Orton e Alexa Bliss



by   |  LETTURE 1243

Un altro ex WWE critica il segmento finale di Raw con Randy Orton e Alexa Bliss

L'ultima puntata di Monday Night Raw si è conclusa con una vera e propria battaglia senza esclusione di colpi tra il COO della WWE, Triple H, e l'ex WWE Champion Randy Orton, con i due che hanno infatti cominciato a darsele di santa ragione in una vera e propria rissa e non in un normale match sui ring WWE.

Ad intervenire di punto in bianco nella contesa è arrivata però tutto d'un tratto Alexa Bliss, che grazie ai potenti mezzi sovrannaturali donati dalla sua vicinanza con The Fiend, è riuscita a scagliare una potente palla di fuoco contro Orton, accecandolo e lasciandolo a terra in preda alle urla di dolore.

Questo segmento, che ha messo fine all'intera puntata di Raw, è stata però aspramente criticata da diversi fan e diversi addetti ai lavori, con molti di loro che hanno infatti tentato di capire per quale motivo la WWE stia tenendo ancora The Fiend nel dietro le quinte e non continui a utilizzarlo on-screen al momento.

Anche Jimmy Korderas critica il segmento finale di Raw

Dopo aver letto le parole dell'ex WWE Vince Russo, con il capo del creative team che ha mandato avanti per anni anche gli show della WCW, che ha criticato il segmento con la Bliss perchè secondo lui non è stato sensato rimettere il fuoco nelle mani di Alexa dopo aver visto The Fiend morire bruciato sul ring di TLC, arriva anche il commento dell'ex arbitro storico della WWE: Jimmy Korderas.
Durante il suo ultimo intervento nella sua rubrica Reffin Rant, l'ex officer WWE ha infatti spiegato il suo punto di vista, dicendo:

"Alexa Bliss è in piedi sul ring - che va bene, ma Alexa Bliss che spara una palla di fuoco e colpisce Randy dritto in faccia e lui che vende la cosa da pazzi, e poi il segmento finisce così.

Alexa Bliss non dovrebbe prendersi i meriti di una rivincita contro Randy Orton. Sarebbe dovuto essere The Fiend. Punto. Fine della discussione" . A quanto pare anche per l'ex arbitro della WWE qualcosa non ha funzionato nel segmento finale di Raw, con una presenza del Fiend che sarebbe stata sicuramente più coerente a livello di narrativa, ma con la WWE che evidentemente ha dei progetti diversi per la riapparizione on-screen dell'alter ego malvagio di Bray Wyatt e probabilmente alla Royal Rumble o anche prima, potremmo sapere già qualcosa di più.