Chris Masters: "Ecco qual è il mio Royal Rumble Match preferito"



by   |  LETTURE 1156

Chris Masters: "Ecco qual è il mio Royal Rumble Match preferito"

Parlando ai microfoni di Dr. Chris Featherstone su SK Wrestling's Inside SKoop, Chris Masters, ex atleta WWE, ha esternato le sue opinioni su quale fosse la miglior edizione del Royal Rumble Match, che vi ricordiamo essere il prossimo PPV in programma per la WWE.

Lo show della "rissa reale" andrà in onda infatti il prossimo 31 gennaio 2021.
Come in tanti altri fan della disciplina, il ruolo della nostalgia ha avuto una grande importanza nella scelta del Masterpiece, che fa intuire davvero quanto la passione che nasce fin da giovani possa spingere davvero tante persone a intraprendere il suo stesso cammino, oltre a scalfire ricordi indelebili nella mente.

Le parole di Chris Masters

"Personalmente, credo che uno dei miei più bei ricordi sia quando ho assistito alle varie Royal Rumble. Penso però che l'edizione del 1992 sia stata la migliore di tutti i tempi, anche per il valore infinito che avevano gli atleti che vi presero parte.

Ogni volta che entrava qualcuno, era una Leggenda, era davvero incredibile."

Chris ha inoltre aggiunto come però il wrestling possa devastare (sportivamente parlando) tantissimi fan di fronte ad una vittoria inaspettata e lui stesso ha ricordato un momento che sempre rimembrerà per ciò che ha suscitato in lui.



"Sai, ci sono momenti che poi sono però anche ricordati come fra i peggiori per te in questa disciplina. Ad esempio ricordo di quanto mi abbia devastato la vittoria del Sergent Slaughter su The Ultimate Warrior a causa di Randy Savage.

Fu veramente dura accettarlo."

L'edizione del 1992 della Royal Rumble è ancora oggi molto ricordata e vide come vincitore Ric Flair che riuscì ad eliminare per ultimo Sid Justice, che aveva pochi minuti prima tradito l'amico Hulk Hogan, che preso dalla rabbia per l'accaduto, alla fine aiutò proprio il padre di Charlotte a raggiungere l'importante vittoria che per lui voleva dire inoltre successo al debutto in questo particolare incontro.

In questa edizione fece la storia anche lo stesso Hogan che riuscì per la prima volta nella storia del match che si deve a Pat Patterson a rimanere sul ring come uno fra gli ultimi tre sopravvissuti per la terza volta consecutiva.