Goldberg furioso: "I fan della WWE di oggi non sono per nulla rispettosi"



by   |  LETTURE 2037

Goldberg furioso: "I fan della WWE di oggi non sono per nulla rispettosi"

Dopo mesi di assenza, è tornato a farsi vivo sui teleschermi della WWE anche l'Hall of Famer Bill Goldberg, ospite dell'ultima puntata di WWE The Bump mandata in onda dalla federazione di Stamford qualche giorno fa.

Proprio nella chiacchierata avvenuta con Da Man, l'ex campione Universale della WWE divenuto famosissimo nel suo stint in WCW dove divenne anche lì campione mondiale, ha colto la palla al balzo per sfidare nuovamente Roman Reigns, dopo che la loro sfida di Wrestlemania 36 è saltata a causa della pandemia, che ha costretto Reigns a casa per mesi.
A quanto pare, Goldberg vs Roman Reigns, dovrebbe essere infatti uno dei tre match cardine della prossima edizione dello Showcase of the Immortals, con la sfida mai arrivata sui ring di Smackdown e di Wrestlemania che potrebbe quest'anno far volare in alto il campione Universale dello show blu.

Bill Goldberg se la prende anche con i fan del WWE Universe

Dopo essere apparso su WWE The Bump, Da Man ha continuato la sua sfilza di interviste, approdando anche ai microfoni del Bleacher Report, alla quale il WWE Hall of Famer ha parlato a lungo anche del suo rapporto con i fan del pro-wrestling, specialmente quelli della compagnia numero uno al mondo della disciplina.
Con i suoi toni sempre "pacati e tranquilli", Goldberg ha infatti detto dei fan:

"Non sono neanche lontanamente rispettosi come lo erano una volta.

Penso che al momento loro pensino solo a prendere possesso dello show che è il contrario di quello che dovrebbero fare, cioè esserne parte. Adesso vogliono solo comandare, molto più che in passato. Una volta erano contenti solo a stare seduti lì mentre venivano intrattenuti, che è l'opposto di quello che accade adesso, dove vogliono solo dettare le regole" .

A quanto pare, il nuovo atteggiamento dei cosiddetti "fan smart" non andrebbe per nulla a genio a Bill Goldberg, il quale è cresciuto lavorativamente in un mondo completamente diverso da quello odierno, senza internet, senza rumors online e soprattutto con dei fan che non era quasi per nulla preparati a quello che sarebbero andati a vedere sui ring della WCW o della WWF una volta entrati nell'arena.
A quanto pare i tempi cambiano e non tutti riescono ad apprezzarne i lati positivi, ma si concentrano soprattutto su quelli negativi.