La WWE aveva proposto a Chyna un titolo mondiale maschile?



by   |  LETTURE 1789

La WWE aveva proposto a Chyna un titolo mondiale maschile?

Come ben sappiamo, Chyna è stata la prima donna a vincere il Titolo Intercontinentale, ma la sua esperienza con la federazione di Vince McMahon si concluse nel 2001. Nel corso della sua carriera, la WWE le aveva proposto molte altre opportunità, ma lei ha sempre rifiutato per cercare fortuna in altri lidi.


Nelle ultime ore è inoltre emerso che Vince McMahon aveva anche proposto alla Hall of Famer la vittoria del WWE Championship, ma ad una sola condizione: non posare più per le copertine di Playboy, un'opzione che in quel momento era realmente un grande sacrificio per la wrestler.


Di fronte a questa condizione, Chyna non si è infatti sentita di accettare e ha deciso di voler continuare nel mondo dello spettacolo, che per lei in quel momento voleva dire veramente tantissimo. Questa vicenda è stata resa nota da Anthony Anzaldo, ex manager della donna, durante un'intervista rilasciata a WrestlingInc.

Ecco le sue parole:

"Una volta le avevano (a Chyna) proposto il titolo WWE, ma Vince fece intendere di non volerla più vedere sulle copertine di Playboy. Lei rifiutò, preferì Playboy alla cintura e alla fine ebbe anche ragione per quanto riguarda i numeri.

Fu il numero più venduto di Playboy nell'arco di una settimana, anche più di Kim Kardashian e il terzo per numero di vendite generali dopo quest'ultima e Marylin Monroe." Le altre dichiarazioni di Anzaldo Le discussioni sulla carriera di Chyna sono continuate durante l'intervista e il suo manager ha rincarato la dose diverse volte, ricordando altre occasioni dove il comportamento della federazione di Stamford non risultò impeccabile.

Anthony ha infatti annunciato che la WWE non ha donato a Chyna alcuna parte dei ricavati ricevuti dalla pubblicazione del libro su di lei e che nonostante lei lo avesse promosso, non lo apprezzava particolarmente.
Ma le accuse non sono finite qui.

Anzaldo avrebbe anche richiesto dei pagamenti nel 2015, ma al momento dell'arrivo al quartiere generale della WWE, lui e la sua assistita vennero scortati al di fuori dell'edificio,